Gli Italiani possono vaccinarsi anche in Serbia. E si può scegliere fra 5 vaccini

Gli Italiani possono vaccinarsi anche in Serbia. E si può scegliere fra 5 vaccini
L'HuffPost INTERNO

La Serbia, infatti, sottopone alla vaccinazione anche gli stranieri con la possibilità di scegliere tra vaccini Pfizer, Sputnik V, Sinopharm, AstraZeneca e Moderna.

Per quanto riguarda la scelta del tipo di vaccino, ”è possibile esprimere anche una scelta multipla”.

Sul sito dell’ambasciata sono anche presenti le istruzioni per l’utilizzo del servizio

“Per vaccinarsi in Italia, tutti i connazionali regolarmente iscritti al Sistema Sanitario Nazionale potranno essere progressivamente inclusi nelle campagne di vaccinazione realizzate in Italia. (L'HuffPost)

Ne parlano anche altri giornali

La Serbia, infatti, sottopone alla vaccinazione anche gli stranieri con la possibilità di scegliere tra vaccini Pfizer, Sputnik V, Sinopharm, AstraZeneca e Moderna. In Italia, ma non solo. (StatoQuotidiano.it)

Nella spietata corsa ai vaccini, la Serbia finora ha adottato una strategia vincente: rifornirsi velocemente e direttamente del numero più alto possibile di tutti i vaccini sul mercato, russi, cinesi, occidentali. (Il Manifesto)

Dopo aver vaccinato rapidamente anziani e fragili, hanno incoraggiato le somministrazioni agli imprenditori e in generale alle categorie produttive per favorire la ripresa dell’economia”. Il vaccino è gratuito anche in Serbia per gli stranieri, la stessa organizzazione che ha promosso Cuba con il suo vaccino Soberana a partire dall’estate (Il Riformista)

Siero gratis per non residenti, "turismo vaccinale" verso la Serbia • Imola Oggi

“Per ora i vaccini ci sono e sono gratuiti”. Telefonate e mail non si sono fermate neanche nei giorni di Pasqua e Pasquetta. (COVID: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - QUANDO MI VACCINO?) (Sky Tg24 )

Sì, e si può scegiere tra Pfizer, Moderna, Astrazeneca, Sinovac o Sputnik. Ue: «Fornitura Covax a Serbia è segno di solidarietà». «Un nuovo, ammirevole segno di solidarietà globale da parte di Covax la scorsa notte». (ilmessaggero.it)

Stesso iter per la seconda dose, che dà il diritto a ricevere il certificato vaccinale da fare poi registrare in Italia. Nel modulo online si inseriscono i propri contatti sms e e-mail, si sceglie il siero preferito e si attendere di ricevere la data e l’orario dell’appuntamento. (Imola Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr