Juno: incontri ravvicinati con Ganimede - Notizie Torino

Juno: incontri ravvicinati con Ganimede - Notizie Torino
Cronaca Torino SCIENZA E TECNOLOGIA

Utilizzo dei cookie in questo Sito. Questo Sito utilizza solo cookie “tecnici”, o cookie “analytics”

Questi dati (ad.

In ogni caso, i dati personali non saranno mai diffusi.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Garante per la Protezione dei Dati Personali), qualora ritenga che il trattamento dei suoi dati sia contrario alla normativa in vigore. (Cronaca Torino)

Se ne è parlato anche su altri media

Lunedì, la sonda spaziale Juno della NASA, che orbita attorno a Giove dal 2016, darà un’occhiata più da vicino alla luna più grande di Giove. Questa sarà la prossima volta che la NASA otterrà la luna più vicina al sistema solare in più di 20 anni – Galileo navigò attraverso Ganimede Nel 2000 – entro 645 miglia dalla superficie. (Toscana Calcio)

(Adnkronos) - Tra tutti gli oggetti del sistema solare, Ganimede è sicuramente uno dei più interessanti secondo gli scienziati. Infine, le fotocamere, tra cui lo spettrometro italiano ad immagini nell'infrarosso Jiram, ci forniranno immagini e spettri ad altissima risoluzione (fino a qualche centinaio di metri) della superficie della luna (Metro)

Nessuna sonda ha avuto una buona visione delle lune più grandi di Giove dal 2000, quando la NASA Astronave Galileo Oscillando oltre il mondo alieno, è la luna più grande dell’intero sistema solare. Ma lunedì (7 giugno), 13:35 EDT (1735 GMT), NASA Giunone Il veicolo spaziale viaggerà a 645 miglia (1.038 chilometri) sopra la superficie di Ganimede, raccogliendo una grande quantità di osservazioni mentre lo fa. (Buzznews portale di notizie)

Video: la NASA ricrea la luna di Giove che potrebbe ospitare giorni prima del massimo avvicinamento di una sonda spaziale in 21 anni

Lunedì Giunone raggiungerà le 645 miglia da 45 la superficie di Ganimede. Ganimede è enorme con un diametro di 3.270 miglia, il che lo rende più grande del pianeta Mercurio. (La Tribuna Sammarinese)

Il Kat, l’altro strumento a partecipazione italiana, permette invece la misura della gravità di Giove attraverso l’effetto Doppler di un segnale a microonde. Sarà un sorvolo davvero ravvicinato quello che la sonda della Nasa Juno – in orbita intorno a Giove dal 2016 – compirà oggi, alle 19,35 ora italiana, con Ganimede, una delle tante lune del pianeta gigante. (LiberoReporter)

Nel corso del suo volo, Giunone analizzerà la composizione e la temperatura del ghiaccio e studierà la ionosfera di Ganimede. La sonda studierà anche lo strato esterno dell’atmosfera lunare, dove i gas formano ioni sotto la radiazione solare (Flamina&dintorni)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr