NBA Finals, i Bucks vincono Gara-5 e si portano sul 3-2: Antetokounmpo divino, Suns in ginocchio

NBA Finals, i Bucks vincono Gara-5 e si portano sul 3-2: Antetokounmpo divino, Suns in ginocchio
Stretto web SPORT

Fondamentale l’apporto di Middleton (29 punti) e Holiday in doppia doppia (27 punti e 13 assist)

Successo importantissimo per i Bucks che avranno 2 match point utili a chiudere le Finals e laurearsi, per la prima volta nella loro storia, Campioni NBA.

Sogna ardentemente l’anello Giannis Antetokounmpo, autore di 32 punti, 9 rimbalzi e 6 assist, autentica forza della natura.

18 Luglio 2021 11:38. I Milwaukee Bucks vincono Gara-5 delle NBA Finals e si portano sul 3-2 nella serie: Antetokounmpo firma 32 punti e trascina i suoi, ai Suns non bastano i 40 di un super Booker. (Stretto web)

Su altri giornali

I Phoenix Suns, dal canto loro, vedono lo spettro della terza sconfitta in finale, e sempre per 4-2, come accaduto nel 1976 e nel 1993. Antetokounmpo così eguaglierebbe Kareem che realizzò la doppietta, anello per i Bucks e MVP personale, nel 1971. (AGIMEG)

Tra gli elogi per Krhis Middleton e Jrue Holiday e l’esplosione per l’alley-oop chiuso da Giannis Antetokounmpo, ecco come i giocatori hanno vissuto la partita sui social (Sky Sport)

Chris Paul, leader dei Phoenix Suns, però non vuole mollare e ci proverà fino alla fine: il premio individuale a CP3, adesso, pagherebbe 6 volte la posta I Phoenix Suns, dal canto loro, vedono lo spettro della terza sconfitta in finale, e sempre per 4-2, come accaduto nel 1976 e nel 1993. (Redazione Jamma)

NBA, a Phoenix hanno un dubbio: Chris Paul sta giocando infortunato?

Questo deve essere l’atteggiamento di tutta la squadra, riflettere sugli errori commessi ma poi togliersi dalla testa la prestazione di gara-4” Dopo il flop di gara-4, il leader di Phoenix nella quinta partita è pronto a cambiare marcia. (La Gazzetta dello Sport)

L’uomo d’affari iraniano-americano è infatti co-proprietario e vice presidente della squadra di basket e – da dicembre 2020 – anche vice presidente della McLaren. Si può notare il logo della squadra dell’Arizona sull’halo e sull’abitacolo. (FormulaPassion.it)

Anche alcune azioni di gara-5 - una partita comunque da lui conclusa con 21 punti e un ottimo 9/15 al tiro - hanno evidenziato diverse difficoltà nel controllo del pallone che hanno lasciato perplesso chi Paul lo conosce bene, e sa come comandi lo Spalding a suo totale piacimento. (Sky Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr