Cassa integrazione e licenziamenti, cosa farà il governo

Cassa integrazione e licenziamenti, cosa farà il governo
Adnkronos Adnkronos (Interno)

Fotogramma. "Prorogheremo" gli ammortizzatori sociali e il blocco dei licenziamenti ma bisogna pensare a renderli dopo "gradualmente selettivi" per i settori più colpiti.

In questa cornice anche "l'ipotesi delle decontribuzioni è un'ipotesi concreta", ha detto, aggiungendo: "L'incentivo della decontribuzione sulle nuove assunzioni a tempo indeterminato può accompagnarsi alla proroga della sospensione dell'obbligo della causale" per i rinnovi dei contratti a tempo determinato.

Su altri giornali

Si attendono gli aggiornamenti sul ricorso alla cassa integrazione da parte delle aziende che ne hanno diritto. Potrebbe essere arrivata una buona notizia per tutti quei lavoratori che, in questo momento, sono costretti a fare ricorso alla cassa integrazione. (MeteoWeek)

Il senatore Pd Nannicini però sostiene che una "cig fino a dicembre accende la miccia di una bomba sociale". Se non ricorri alla cassa integrazione, in sintesi, le risorse non spese puoi spostarle sulla defiscalizzazione del costo del lavoro, usufruendone. (Il Fatto Quotidiano)

Se non ricorri alla cassa integrazione, in sintesi, le risorse non spese puoi spostarle sulla defiscalizzazione del costo del lavoro, usufruendone. Lo scontro sulla cassa integrazione. “Chi vuole cassa integrazione a pioggia e stop ai licenziamenti fino a dicembre accende la miccia di una bomba sociale che esploderà a gennaio. (Il Fatto Quotidiano)

Il Ministro ha invitato il M5S a fare una “valutazione pratica e pragmatica dei pro e dei contro di tutte le opzioni. Le faremo nel momento giusto e sono certo – ha detto – che tutti insieme raggiungeremo la soluzione più razionale”. (QuiFinanza)

Attualmente, secondo quanto riferiscono le sigle metalmeccaniche, sono “circa 3.100 dipendenti diretti collocati in Cigo, mentre la presenza in fabbrica è di circa 3.800 lavoratori. Abbiamo fornito – precisano i coordinatori di fabbrica – ulteriori elementi di criticità che si sono presentati durante l’utilizzo dell’ammortizzatore sociale da parte di ArcelorMittal”. (QuiFinanza)

In tal senso, mancano i dati “successivi al 4 maggio, data della prima riapertura delle attività produttive nel Paese”. L’esecutivo studia l’estensione della casa integrazione fino al mese di dicembre 2020, ma nel provvedimento rientreranno solo i settori economici più colpiti dal Coronavirus. (Ultim'ora News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr