Milan, Theo difensore da 5 gol e 5 assist: nessuno come lui dal 2004-2005

Milan, Theo difensore da 5 gol e 5 assist: nessuno come lui dal 2004-2005
Milan News SPORT

Con il primo goal siglato in questo 2021, Theo Hernandez ha interrotto un digiuno che durava dallo scorso 23 dicembre, quando mise a segno il definitivo 3-2 contro la Lazio; si è trattato, nello specifico, del suo quinto gol in questo campionato in casa e nei secondi tempi.

Come riportato da acmilan.com, inoltre, il numero 19 rossonero è il primo difensore del Milan ad aver segnato almeno 5 reti e servito almeno 5 assist in una singola stagione di Serie A dal 2004/05 ad oggi

(Milan News)

Se ne è parlato anche su altri media

Io sarei curioso di vedere Pioli con una squadra più competitiva, magari con un altro vero centravanti oltre a Ibra. Queste le sue parole: "Sarebbe una follia non continuare con Pioli. (Milan News)

Se andiamo ancora indietro del tempo, l’anno solare era cominciato discretamente con le vittorie contro Benevento, Cagliari e Toro senza subire goal. Dopo quella gara, altre 9 partite tra Europa e campionato, tutte con almeno un goal subito, fino a quella di ieri contro il Benevento. (MilanNews24.com)

Milan-Benevento, però, è stata decisa come detto da Calhanoglu e Theo Hernandez. Dopo due sconfitte di fila rimediate contro Sassuolo e Lazio, dunque, in Milan-Benevento i rossoneri hanno rialzato la testa. (Pianeta Milan)

Milan-Benevento, formazioni e dove vederla: Ibra torna per la missione Champions

Le statistiche dicono 14 tiri effettuati (contro i 20 subiti), ma nessun gol segnato. Il Cagliari se la vedrà col Napoli mentre il Toro ha il turno più agevole, in casa contro un Parma ormai dimesso. (Torino Granata)

Stiamo bene, abbiamo passato un periodo così così ma dobbiamo isolarci da tutto il resto. Queste le parole di Stefano Pioli dopo il 2-0 del Milan al Benevento, successo che proietta almeno per una notte i rossoneri al secondo posto. (La Repubblica)

Occorre però tornare quelli di tre mesi fa, perché nel girone di ritorno il crollo è stato verticale, il ritmo non è stato da quarto posto. Di certo, in questo senso, le grane contrattuali di troppi giocatori e il caos Superlega non hanno aiutato (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr