Primo maggio: negozi aperti in Trentino, ma i sindacati non sono d'accordo

Primo maggio: negozi aperti in Trentino, ma i sindacati non sono d'accordo
la VOCE del TRENTINO ECONOMIA

“Abbiamo la necessità di recuperare, il più possibile, dopo un anno difficile” afferma con decisione Gianni Gravante, (nella foto) presidente di Federmoda Trentino (che conta 400 iscritti in Trentino, di cui un centinaio nel capoluogo) e vicepresidente nazionale.

Per quanto riguarda la reazione della clientela, il presidente di Federmoda si augura che i trentini capiscano l’importanza di sostenere il commercio. (la VOCE del TRENTINO)

La notizia riportata su altri giornali

Pubblicità Pubblicità. I contagi continuano però a colpire: fra i giovanissimi ce ne sono altri 31 (5 hanno tra 0-2 anni, 5 tra 3-5 anni, 5 tra 6-10 anni, 5 tra 11-13 anni e 11 tra 14-19 anni). (stabili) Nella giornata di ieri sono stati registrati 8 nuovi ricoveri ma le dimissioni sono state di più: 11 per la precisione. (la VOCE del TRENTINO)

E ancora 1 positivo a Arco (16 attuali positivi), Mezzocorona (14 attuali positivi), Mori (11 attuali positivi), Predaia (4 attuali positivi), San Michele all'Adige (11 attuali positivi), Ledro (3 attuali positivi), Dro (16 attuali positivi), Roncegno Terme (6 attuali positivi), Ville d'Anaunia (10 attuali positivi), Ville di Fiemme (24 attuali positivi), Borgo d'Anaunia (12 attuali positivi), Borgo Chiese (5 attuali positivi), Ziano di Fiemme (22 attuali positivi), Nogaredo (4 attuali positivi), Pomarolo (2 attuali positivi), Peio (11 attuali positivi), Nago-Torbole (1 attuale positivo), Trambileno (1 attuale positivo), Sarnonico (2 attuali positivi), Livo (3 attuali positivi), Samone (4 attuali positivi) e Palù del Fersina (1 attuale positivo) Sono 2 i casi a Ala (12 attuali positivi), Mezzolombardo (22 attuali positivi) e Vermiglio (10 attuali positivi). (il Dolomiti)

Comunicato 1000. Proseguono anche le sedute straordinarie nel fine settimana. Covid-19: domani vaccinazioni serali a Trento Fiere. Le dosi di vaccino ci sono e la macchina organizzativa dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari si è attivata rapidamente per mettere a disposizione ulteriori appuntamenti e garantire aperture straordinarie dei centri vaccinali. (Ufficio Stampa)

Vaccini Covid. Provincia di Trento apre prenotazioni anche ai 55enni

“Sarebbe stata un’opportunità per valorizzare un giornalista trentino – conclude Cia – che oltre tutto conosce bene il nostro territorio e la particolarità dell’Autonomia. Ma non mi sarei mai aspettato che la scelta, ora che io non sono più in Giunta regionale, cadesse su un giornalista ‘targato’ e oltretutto neppure trentino”. (il Dolomiti)

Il Trentino e l'Alto Adige restano anche questa settimana in zona arancione a livello europeo con tasso di infezione inferiore al 4%. Praticamente tutta Italia, escluso la valle d'Aosta, si trova in questa colorazione per Ecdc-Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (il Dolomiti)

E sugli operatori sanitari non vaccinati, la Provincia commenta: “Su 18 mila operatori in Trentino sono 5500 quelli che non hanno aderito. Provincia di Trento apre prenotazioni anche ai 55enni. La Provincia accelera la campagna e da ieri sera apre le prenotazioni alle persone nate fra il 1962 e il 1966. (Quotidiano Sanità)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr