Vendette a sfondo sessuale: chiusi tre canali Telegram. Tra le vittime anche i vip

L'Unione Sarda.it INTERNO

Tra loro, un 29enne di Bergamo, indagato per aver utilizzato uno dei profili per vendicarsi, sempre utilizzando immagini intime, la sua ex compagna.

Gli agenti - con un'operazione ribattezzata Drop the Revenge - hanno individuato e chiuso tre canali Telegram, dove venivano postati video e immagini hot a scopo denigratorio.

Da quanto si apprende, tra le vittime ci sarebbero anche numerosi personaggi del mondo dello spettacolo. (L'Unione Sarda.it)

Ne parlano anche altri giornali

Una mole di immagini, video e foto, che coinvolgeva anche minorenni: non solo insulti e denigrazione, ma incitamento alla violenza e istigazione al femminicidio e alla pedopornografia. Ma non solo: tra gli utenti dei tre canali figura anche un 29enne di Bergamo (BlogLive.it)

La Polizia ha condotto blitz in tutta Italia, perquisendo abitazioni e sequestrando tutto il materiale utile all’indagine. (Wired.it)

Denuncia il revenge porn e viene licenziata per danno di immagine. Revenge porn, blitz della polizia Postale e delle Comunicazioni. (Il Messaggero)

Tra le vittime, anche diversi personaggi del mondo dello spettacolo. Tutti e tre annoverano migliaia di utenti, uno dei quali, un 29enne bergamasco, è stato indagato per aver utilizzato i citati canali a scopo di revenge porn nei confronti della ex compagna. (Il Messaggero)

Per questo motivo la polizia postale ha denunciato gli amministratori di tre gruppi che annoverano migliaia di utenti. Immagini denigranti e revenge porn su tre canali Telegram, una delle applicazioni di chat istantanea tra le più diffuse al mondo. (Sky Tg24 )

Uno dei tre denunciati, un 29enne bergamasco, sarebbe indagato per aver utilizzato i canali per revenge porn nei confronti della ex compagna. Per questo la polizia postale ha denunciato i tre amministratori dei tre canali, con migliaia di utenti iscritti. (Virgilio Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr