LA CRESCITA DELL'INFLAZIONE | Oggi Treviso | News | Il quotidiano con le notizie di Treviso e Provincia: Oggitreviso

Oggi Treviso ECONOMIA

Ciò fa pensare che negli Stati Uniti l’inflazione negli ultimi mesi vada oltre un normale rimbalzo post recessione, riflettendo invece politiche macroeconomiche eccessivamente espansive.

Tutto questo, come scrive Carlo Cottarelli, potrebbe portare a un innalzamento dei tassi d’interesse negli Stati Uniti

Appare quindi difficile che negli Stati Uniti l’inflazione a fine anno si collochi al livello previsto dalla Fed (+3,4%), visto che questo richiederebbe una riduzione dei prezzi nel secondo semestre. (Oggi Treviso)

Se ne è parlato anche su altri giornali

1 ' di lettura. Allianz Global Investors vede effetti limitati sulla crescita nelle economie avanzate e sottolinea la tolleranza delle banche centrali sull’aumento dei prezzi ma alcuni indicatori segnalano sentiment in deterioramento. (Benzinga Italia)

L'inflazione americana è cresciuta del 5 per cento su base annua: il massimo da quindici anni. Tassi di interesse alti per combattere l'aumento dei prezzi, e politiche di interessi bassi quando l'economia non tirava. (Notizie - MSN Italia)

Le azioni hanno ripreso il loro rally lungo un mese, cancellando la maggior parte delle loro perdite dal forte calo di lunedì quando la diffusione della variante Delta ha sollevato allarmi sulle nuove misure di blocco. (Casa e Mutui)

Anzi, aspettiamoci pure, SEMPRE nel nome della flessibilità possibili acquisti anche a ritmi più alti e con importi più rilevanti, se sarà necessario. Quando si rientra si è costretti a rincorrere tutti gli eventi settimanali per “rimettersi in pari” e tornare pienamente in carreggiata. (Finanza.com)

Nell’Eurozona, così come UK, la curva si è appiattita, dato che il drammatico scoppio della settimana scorsa nei Paesi Bassi non sta più peggiorando. Nel G10, il dollaro canadese ha recuperato parzialmente le perdite registrate nella settimana precedente: ha chiuso la settimana apprezzandosi dello 0,4% contro il biglietto verde. (Euroconference LAVORO)

Il dato ha portato a un calo generalizzato per le materie prime, sebbene i prezzi di molte commodities rimangano su livelli record. Nonostante i timori sull’inflazione negli Stati Uniti, con un aumento del 5,4% registrato a giugno, il più alto dal 2008, la borsa USA continua a viaggiare su ritmi di crescita record. (L'Indro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr