Il mercato immobiliare di Firenze, le variazioni quartiere per quartiere

La Repubblica Firenze.it ECONOMIA

Secondo lo studio di Tecnocasa il centro storico svuotato dei turisti soffre anche per la diminuzione degli investimenti nel mattone, con un forte calo della domanda.

Anche in questa macroarea sono attesi i lavori della tramvia che collegherà piazza della Libertà a Bagno a Ripoli

Questo dato ha inciso sul calo registrato dell’8,1% nel Quartiere 4: la zona interessata maggiormente dalla flessione del valore immobiliare è stata quella di Legnaia-Isolotto con -14,3%, seguita dal -11,8% di Soffiano e dal -6,7% di San Quirico (La Repubblica Firenze.it)

Su altri media

Bakeca.it, uno dei principali siti di annunci a livello nazionale, rinnova partnership con Tecnomedia srl, società di servizi del Gruppo Tecnocasa, azienda leader in Europa nel franchising immobiliare. (Engage)

In particolare, la variazione tendenziale del secondo trimestre è pari a –30,4% per l’abitativo e -37,9% l’economico. Nei primi due trimestri dell’anno si registra un crollo delle compravendite superiore al 17% rispetto al trimestre precedente. (QuiFinanza)

Rispetto al primo semestre del 2019 si evidenzia una crescita della percentuale di coloro che accendono mutuo, si passa infatti dal 51,4% all’attuale 56% Advertisements. Le soluzioni indipendenti e semindipendenti si acquistano soprattutto come abitazione principale (81,3%). (Corriere Quotidiano)

Rafforzata la partnership tra Tecnocasa e Bakeca.it. Bakeca.it, uno dei principali siti di annunci a livello nazionale, è lieta di annunciare il rinnovo della partnership con Tecnomedia srl, società di servizi del Gruppo Tecnocasa, azienda leader in Europa nel franchising immobiliare. (Sardegna Reporter)

Infine, la compravendita di soluzioni indipendenti e semindipendenti avviene grazie all’ausilio di un mutuo nel 56% dei casi, mentre il 44% degli acquisti avviene senza ricorso al credito. Rispetto al primo semestre del 2019 si evidenzia una crescita della percentuale di coloro che accendono mutuo, si passa infatti dal 51,4% all’attuale 56% (Sardegna Reporter)

“Se poi analizziamo l’andamento del mercato dei mutui vediamo che, a livello veneto, il 2020 rispetto al 2019, emerge un più 5,7%. Il mercato immobiliare, come molti altri ambiti, riflette quindi le criticità economiche e sociali della pandemia in corso, e lo si nota più sul versante degli immobili commerciali e sulla domanda di abitazioni. (Vicenza Più)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr