Pensioni, dopo l’addio a quota 100 ecco tutte le opzioni per lasciare il lavoro prima di compiere 67 anni

Pensioni, dopo l’addio a quota 100 ecco tutte le opzioni per lasciare il lavoro prima di compiere 67 anni
La Stampa ECONOMIA

Non tanto per le casse dello Stato che tornando – di fatto – alla riforma Fornero saranno messe in sicurezza, quanto per i futuri pensionati che rischiano di percepire assegni ridotti al minimo.

Quando alla fine del 2021 sarà definitivamente archiviata Quota 100, resteranno sette diverse opzioni per accedere alla pensione, ma tutte impongono paletti stringenti che da un lato alzano l’età minima necessaria e dall’altro fanno scattare l’allarme sulla sostenibilità a lungo periodo del sistema previdenziale. (La Stampa)

Se ne è parlato anche su altre testate

Servono 64 anni di età anagrafica e 20 di contributi effettivi, a patto, però, che l’assegno sia pari ad almeno 2,8 volte quello sociale In questo caso si può accedere alla pensione con 41 anni di contributi e una finestra di tre mesi. (Il Messaggero Veneto)

Contributi INPS volontari: guida in pillole 10 Marzo 2021 Per quanto riguarda i contributi volontari per raggiungere il requisito per la pensione, questi possono esser versati solo per periodi di inattività lavorativa. (PMI.it)

I requisiti per ottenere l’assegno con la quattordicesima. La quattordicesima spetta ai pensionati di età pari o superiore ai 64 anni che hanno un reddito complessivo uguale oppure inferiore a due volte il trattamento minimo. (ContoCorrenteOnline.it)

Pensioni in anticipo e con più soldi a luglio: le date dei pagamenti

In maniera velata, la Corte dei Conti formula una proposta: la pensione contributiva a 64 anni per superare la Quota 100 (valida fino a fine 2021). (InvestireOggi.it)

Questo è il dilemma che il contratto di espansione potrà proporre ai lavoratori dipendenti delle medie e grandi aziende. Il 2022 si avvicina e tra poco più di sei mesi, con la fine di Quota 100, molti lavoratori rischiano di andare in pensione fino a 5 anni più tardi rispetto a chi ha qualche mese in più di età o di contribuzione. (Corriere della Sera)

I pagamenti delle pensioni di luglio 2021 saranno anticipati per scaglionare l’ingresso presso Poste Italiane e limitare il rischio contagio; il pagamento in anticipo è sicuramente una misura utile per evitare gli assembramenti davanti agli uffici postali. (ROMA on line)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr