Scandalo arbitri, risponde l'AIA: 'Chiuse le indagini, prendiamo provvedimenti'

Scandalo arbitri, risponde l'AIA: 'Chiuse le indagini, prendiamo provvedimenti'
ilBianconero SPORT

L'Associazione Italiana Arbitri risponde alle indiscrezioni in merito ai voti ritoccati per favorire alcuni fischietti: "In seguito alle notizie pubblicate in data odierna da mezzi di informazione e agenzie di stampa, la dirigenza dell'Aia, entrata in carica lo scorso 14 febbraio, comunica che è a conoscenza del procedimento in questione relativo alla Stagione Sportiva 2019/2020.

La nuova governance, in collaborazione con la Figc, si è infatti fin da subito messa a disposizione della procura federale, per fornire tutti gli atti e gli elementi necessari agli accertamenti. (ilBianconero)

Se ne è parlato anche su altri media

I tre arbitri coinvolti sarebbero Abbattista, Sacchi e Fourneau La Repubblica: valutazioni falsate per far salire tre arbitri in Serie A. (Juventus News 24)

Tutto nasce dalla denuncia presentata alla Procura di Roma da parte di due tesserati Aia, Daniele Minelli e Niccolò Baroni, entrambi dismessi ad agosto scorso. Proprio in quella partita il giovane arbitro Francesco Fourneau si era preso – a suo modo – la scena (L'Arena del Calcio)

Sarebbe stato proprio quel 0,10 in più a decretarne la deroga e l’inserimento tra i primi tre migliori direttori di gara della Serie B. Secondo le loro accuse, le valutazioni sulla classe arbitrale sarebbero state manomesse per favorire alcuni direttori di gara. (Ck12 Giornale)

Torino, tenta estorsione ai danni di agenzia di pompe funebri: arrestato

Arriva la posizione dell’AIA in merito alla notizia comparsa oggi in merito ai giudizi gonfiati per la promozione degli arbitri. L’AIA rende nota la sua posizione all’ANSA in merito alla vicenda dei giudizi gonfiati per la promozione di alcuni arbitri in Serie A. (Juventus News 24)

L'ACCUSA. La denuncia presentata da Minelli e Baroni, due tesserati Aia dismessi ad agosto. Nella chat segreta i nomi di Abbattista, Sacchi e Forneau. Una bufera è pronta ad abbattersi sul mondo degli arbitri dopo la denuncia presentata da Daniele Minelli e Niccolò Baroni, due tesserati Aia, alla Procura di Roma. (Sport Mediaset)

La vittima ha quindi chiamato il 112 e l’immediato intervento dei carabinieri della locale Compagnia ha permesso di bloccare l’aggressore poco distante dal negozio Al rifiuto del titolare lo ha prima minacciato di morte e poi aggredito fisicamente. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr