Organizzata la manifestazione per Alika, sabato dallo stadio a piazza XX Settembre

Organizzata la manifestazione per Alika, sabato dallo stadio a piazza XX Settembre
Cronache Maceratesi INTERNO

Non sarà dunque una manifestazione anti-razzista quella che partirà sabato alle 14 dal piazzale antistante lo stadio Polisportivo per concludersi in piazza XX Settembre.

La manifestazione è organizzata per esprimere solidarietà alla famiglia di Alika, per chiedere giustizia e per scuotere le coscienze dalla chiusura nell’indifferenza.

Organizzata la manifestazione per Alika,. sabato dallo stadio a piazza XX Settembre. (Cronache Maceratesi)

Ne parlano anche altri media

L’assassinio di Alika è stato un momento drammatico nella vita del Paese e la nostra comunità deve rispondere unita”. “La manifestazione di sabato sarà un appuntamento iniziale per un percorso di ricostruzione della convivenza in città, in modo che essa diventi accogliente e sicura per tutti (Picchio News)

Ripartiamo dai nostri giovani, ricostruiamo con loro un tessuto sociale che sia civile e giusto" Sollini ha da Capodarco un osservatorio privilegiato, da qui si notano ingiustizie e discriminazioni nei confronti dei più fragili. (il Resto del Carlino)

«Un momento straziante» - ha commentato il legale dei familiari di Alika, Francesco Mantella «Asfissia violenta con concomitante schock emorragico interno». (corriereadriatico.it)

Omicidio Civitanova Marche, primi risultati dell'autopsia

Una ventina le associazioni e organizzazioni sindacali scese in piazza, a cominciare da Cgil, Cisl e Uil. Ha partecipato all'evento anche la rete degli studenti. (La Sicilia)

Alika morto, ecco la verità: è stato causato da una «asfissia violenta con concomitante choc emorragico interno» il decesso del nigeriano 39enne Alika Ogorchuckwu ucciso a Civitanova Marche a seguito di una violenza aggressione, dopo che aveva chiesto l'elemosina, dal 32enne operaio salernitano Filippo Ferlazzo poi arrestato per omicidio volontario aggravato da futili motivi e rapina. (ilmessaggero.it)

Si è tenuta nel corso della giornata di ieri, martedì 2 agosto, l’autopsia sul corpo di Alika Ogorchukwu, l’ambulante di origini nigeriane ucciso di botte a Civitanova Marche. Però, non sarebbe ancora chiaro se questo schiacciamento abbia o meno provocato traumi agli organi interni, tali da determinare la morte di Alika. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr