Uk, il piano Johnson per la riapertura fa decollare le prenotazioni

Uk, il piano Johnson per la riapertura fa decollare le prenotazioni
L'Agenzia di Viaggi INTERNO

Uk, il piano Johnson per la riapertura fa decollare il travel. . . . . . . Un approccio «cauto ma irreversibile» nella lotta al coronavirus e che prevede la riapertura graduale del Paese, anche dei viaggi, fino al ritorno alla “new normality” entro l’estate.

La ricreazione in uno spazio pubblico all’aperto, come un parco, sarà consentita tra due persone; e sarà possibile anche effettuare consumazioni all’aperto, sempre e solo fra due persone

La scelta ufficiale, in base agli indicatori sui contagi e sulle vaccinazioni oltremanica, verrà fatta dal governo intorno al 12 aprile. (L'Agenzia di Viaggi)

Su altri giornali

Michael è entrato in Virtuo come Direttore Generale del Regno Unito per supervisionare l’introduzione del nuovo mercato. Lanciati in Italia, prevedono di aggiungere Brighton, Bristol e Birmingham all’elenco delle città del Regno Unito con Virtue Services, espandere la loro flotta esistente del Regno Unito da 400 a 700 auto entro l’estate del 2021 e attualmente aumentare la loro manodopera (pbgossiptv.com)

Le vacanze verso l'estero potrebbero riprendere a maggio, tuttavia il premier ha affermato che il governo inglese non comunicherà alcuna decisione relativa ai viaggi internazionali prima del 12 aprile. (QUI LONDRA)

L’indice Stoxx 600 Travel & Leisure segna un balzo in avanti di oltre il 4%. Bene anche l’operatore turistico Tui Travel che sale del 2,5% a Francoforte (Finanzaonline.com)

Covid, indicateci l’uscita

Mentre l’economia più ampia si riprende da COVID-19, Virtuo sta cercando di espandersi rapidamente nel Regno Unito e in Europa Prima della sua nomina a COO nel 2020, ha supervisionato Regno Unito, Francia e Belgio e si è trasferito a un ruolo di direttore generale più ampio. (NbaRevolution)

Bene anche l'operatore turistico Tui Travel che sale del 2,5% a Francoforte L'indice Stoxx 600 Travel & Leisure segna un balzo in avanti di oltre il 4%. (Finanza.com)

Nel Regno Unito - la popolazione è di poco superiore a quella dell’Italia, 66 milioni contro 60 milioni - sono morte purtroppo 121 mila persone, a causa della pandemia. Boris Johnson, nel corso dell’ultima esternazione, ha detto che «un anno miserabile» - a wretched year - si avvia alla conclusione. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr