Operazione dell'Interpol contro app usata dalla malavita: centinaia di arresti nel mondo

Operazione dell'Interpol contro app usata dalla malavita: centinaia di arresti nel mondo
Altri dettagli:
Sky Tg24 INTERNO

La polizia neozelandese ha annunciato l'arresto di 35 persone, tra traffico di droga e riciclaggio di denaro sporco.

E altre "centinaia di persone sono state arrestate" fuori dall'Australia, ha aggiunto la stessa fonte.

L'operazione è stata denominata in codice 'Ironside' in Australia e 'Trojan Shield' in tutto il mondo

I dettagli dell’operazione. . L'applicazione AN0M era stata installata sui telefoni cellulari che, privi di ogni altra funzionalità, venivano scambiati al mercato nero. (Sky Tg24 )

La notizia riportata su altre testate

Lo hanno annunciato le autorità di Australia e Nuova Zelanda, al termine dell’operazione anticrimine Ironside, definita come la “più sofisticata del mondo” e che ha coinvolto le forze dell’ordine di decine di paesi. (Wired.it)

L’app è stata utilizzata da bande criminali organizzate di tutto il mondo per pianificare esecuzioni, traffico di droga e riciclaggio di denaro sporco. L’Europol ha annunciato in conferenza stampa i risultati di quest’operazione che è stata soprannominata Trojan Shield sui giornali di tutto il mondo, Ironside in Australia (Computer Magazine)

Questi messaggi riguardavano in particolare progetti di assassinio e traffico di droga e armi, ha affermato la polizia australiana che ha arrestato 224 persone in tutte le parti del Paese. L'operazione è stata denominata in codice 'Ironsidè in Australia e 'Trojan Shield' in tutto il mondo (IL GIORNO)

Le “chat criminali” spiate dall'FBI: 800 arresti

Trojan Shield o Greenlight, lanciata nel 2018, è stata una delle maggiori operazioni di infiltrazione mai condotte nel mondo. «È stata una delle operazioni più estese e sofisticate mai portate a termine fino a ora nella lotta contro le attività criminali criptate», ha commentato il vicedirettore delle operazioni di Europol, Jean-Philippe Lecouffe. (Leggo.it)

L’operazione Ironside ha permesso di incriminare uomini legati ai cartelli della droga sudamericani, alle triadi asiatiche e alle organizzazioni criminali mediorientali ed europee. Un’imponente operazione coordinata dall’Interpol ha permesso di smantellare una rete criminale che agiva in tutto il mondo. (La Voce di New York)

I dispositivi potevano comunicare solo tra loro mediante la chat criptata e solo con altri contatti muniti di un dispositivo simile. *Alla coalizione hanno preso parte Australia, Austria, Canada, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Lituania, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Regno Unito, Scozia, Stati Uniti, Svezia e Ungheria (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr