Svezia, per la prima volta una premier donna: ma si dimette dopo poche ore

quoted business ESTERI

Ma si è già dimessa Con il no del Parlamento alla sua finanziaria, la sua missione è durata poche ore.

Magdalena Andersson, 54 anni, è la prima donna-premier svedese.

Ha ottenuto la nomina a capo del governo dopo essere stata eletta dal Parlamento con 117 voti favorevoli, 57 astenuti e 174 contrari.

Nuova leader al posto del dimissionario da capo politico e da premier Stefan Löfvén, Andersson, ministro delle Finanze uscente e spesso paragonata alla cancelliera tedesca Angela Merkel, era appena stata di fatto automaticamente confermata capo dell’esecutivo dal Riksdag, il Parlamento unicamerale della prima potenza nordica

In base al sistema svedese, un candidato premier non ha bisogno della maggioranza favorevole, basta che non abbia quella contraria. (quoted business)

Ne parlano anche altri giornali

Poche ore dopo aver incassato la fiducia del parlamento ed essere diventata la prima premier donna della Svezia, Magdalena Andersson ha rassegnato le sue dimissioni dopo il fallimento della legge di bilancio. (La Stampa)

Chi è Magdalena Andersson. approfondimento. Dall'Estonia all'Islanda: chi sono tutte le donne leader in Europa. Magdalena Andersson, 54 anni, era già stata ministro delle Finanze nel governo di Stefan Lofven. (Sky Tg24)

Clamoroso colpo di scena in Svezia: poche ore dopo essere stata eletta premier, prima donna nel Paese scandinavo, Magdalena Andersson ha rassegnato le dimissioni. A spingere Andersson alle dimissioni sono state la bocciatura della legge di bilancio e l’uscita dei Verdi dalla coalizione di governo. (Giornale di Sicilia)

Ex ministro delle Finanze nel governo di Stefan Lofven, 54 anni, è stata eletta con 117 voti favorevoli, 57 astenuti e 174 contrari. Eletta da poche ore. La leader dei socialdemocratici Magdalena Andersson è stata nominata primo ministro dal parlamento svedese questa mattina diventando così "la prima donna alla guida della Svezia". (Gazzetta del Sud)

La premier, ai primi di novembre, era stata nominata per acclamazione leader del suo partito socialdemocratico, proiettandola verso la storica elezione a premier, durata poche ore Le conseguenze. L'uscita dalla maggioranza degli ecologisti ha significato la fine del governo Andersson. (Il Messaggero)

Una premier lampo. È anche un tema in cui la Svezia ha buone prospettive di essere in prima linea" (euronews Italiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr