Davide Cassani: “Sono uomo da strada. Nel fango di Colbrelli ritrovo il mio amore per il ciclismo"

Davide Cassani: “Sono uomo da strada. Nel fango di Colbrelli ritrovo il mio amore per il ciclismo
Eurosport IT SPORT

Fango, pavé e Colbrelli: la Roubaix vista dall'onbike camera. Ciclismo Era Cassani al capolinea: il bilancio di otto anni da CT 17 ORE FA

Sono le pedalate di Sonny Colbrelli nella vittoriosa Roubaix.

Ciclismo Colbrelli numero 6 al mondo!

Pogacar in trionfo, Italia 4a 2 ORE FA. Colbrelli da sogno: il film di un 2021 indimenticabile. È in quel fango che copre completamente Sonny che io ritrovo tutti i motivi del mio sconfinato amore per il ciclismo. (Eurosport IT)

Ne parlano anche altre testate

Davide Cassani spiega così il suo rifiuto al ruolo istituzionale che il presidente Cordiano Dagnoni gli aveva proposto all’interno della Federazione Ciclistica Italiana. Non so cosa farò, dipenderà da quello che sarò capace di inventarmi (Cyclinside)

“Non so cosa farò, dipenderà da quello che sarò capace di inventarmi – conclude – Di sogni ne ho ancora tanti e di certo non lascerò il ciclismo“ Un ruolo importante, che tuttavia Cassani non ha visto come adatto alla sua persona e al suo percorso, spiegando le sue motivazioni prima direttamente al nuovo presidente, poi al Consiglio Federale, per poi farlo anche pubblicamente. (SpazioCiclismo)

L’ex ct della Nazionale di ciclismo, Davide Cassani, spiega tramite un post pubblicato sul suo profilo Facebook il perchè della rinuncia a ricoprire un nuovo incarico in Federazione. Ciclismo, Cassani: “Io uomo da strada e non da scrivania, il mio amore per lo sport sono le pedalate di Colbrelli a Roubaix”. (Sportface.it)

Davide Cassani, un progetto “su strada” nel mirino?

Io ero li' con Colbrelli, pedalavo con lui, stavo facendo a meta' di tutto; fango e sudore, speranza e fatica Il ct azzurro, di fatto "esonerato" durante l'Olimpiade di Tokyo, non ha accettato la proposta di un nuovo incarico in ambito Fci: "Ma le porte per lui resteranno sempre aperte". (Sport Mediaset)

«È stato in più di un'occasione il mio regista in corsa aggiunge Cassani -: sarebbe la persona ideale per ricoprire un ruolo come questo». «Io sono un uomo di campo, per non dire di strada, che ama lavorare in mezzo ai ragazzi, non dietro ad una scrivania spiega Cassani -. (ilGiornale.it)

Per questo motivo le porte delle Federazione per lui resteranno sempre aperte” Lo ringrazio per quanto fatto in questi anni. (InBici)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr