Lombardia, zona arancione rafforzata: dove, le regole

Lombardia, zona arancione rafforzata: dove, le regole
Adnkronos INTERNO

(Adnkronos). In Lombardia scatta la zona arancione 'rafforzata' -con regole speciali per scuola, spostamenti, smart working- per arginare la diffusione del coronavirus e frenare il contagio legato alle varianti covid.

Zona arancione, le regole. Le misure speciali adottate per la zona arancione 'rafforzata' si aggiungono alle regole ordinarie, eccole:. - Vietato circolare dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. (Adnkronos)

Ne parlano anche altri giornali

“Balza all’occhio - dice mostrando dei dati - la situazione della provincia di Brescia, che ha di fatto un’incidenza doppia rispetto alle altre province del numero di casi in un determinato territorio in un determinato periodo. (L'HuffPost)

In pratica, spiega Moratti, si comincerà a vaccinare nei Comuni dove ci sono i focolai, per evitare di riempire gli ospedali A Brescia è "praticamente partita la terza ondata" del Covid, dice Guido Bertolaso, consulente della Lombardia sul piano vaccinale, in consiglio regionale. (Adnkronos)

Quali sono i Comuni coinvolti. Tutta la Provincia di Brescia finirà in zona arancione «rafforzata». Zona arancione rafforata per Brescia e altri Comuni nel bergamasco, in Lombardia. (Il Messaggero)

Il Bresciano dichiarato "zona arancione rafforzata". La provincia di Varese per ora si salva

Il virus è grosso, quello dell'Aids e dell'Epatite C sono più piccoli e cambiano molto di più. 23 febbraio 2021 a. a. a. "Zone arancio rinforzate" in Lombardia. (Liberoquotidiano.it)

La provincia di Brescia va in zona arancione “rafforzata”: in giornata, come riporta Prima Brescia, il Presidente Attilio Fontana emanerà la nuova ordinanza. Un’eventuale risposta positiva ci permetterebbe di avere maggiore disponibilità del vaccino che ad oggi è misura scarsa” (Prima Pavia)

Dopo il caso di Viggiù e di altri tre comuni lombardi le restrizioni saranno relative alla provincia di Brescia e ad alcuni comuni della Bergamasca e della provincia di Cremona. Il provvedimento è valido anche in alcuni comuni della provincia di Bergamo, come Sarnico, e di quella di Cremona. (VareseNoi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr