Marco Vannini, la Cassazione conferma le condanne per famiglia Ciontoli

Marco Vannini, la Cassazione conferma le condanne per famiglia Ciontoli
Vesuvius.it INTERNO

Marco Vannini, una vicenda oscura dall’inizio. Il caso Vannini genera dubbi fin dall’inizio.

Di conseguenza la pena scende a cinque anni ma la famiglia non ci sta e trova giustizia nella Cassazione.

Dopo sei anni si conclude la vicenda giudiziaria legata alla morte di Marco Vannini.

La Cassazione ha infatti confermato le condanne per tutti i membri della famiglia Ciontoli.

Oggi è arrivato anche il provvedimento definitivo della Suprema Corte, che mette la parola fine alla vicenda

(Vesuvius.it)

La notizia riportata su altre testate

Dico a tutte le mamme che hanno perso un figlio che non devono mai mollare. Nel caso di Marco è andata benissimo e finalmente domani gli porterò il mazzo di fiori che gli avevo promesso», ha continuato in lacrime (Corriere TV)

Cassazione conferma le condanne dei Ciontoli: 9 anni e 4 mesi per Martina. Omicidio Vannini: la Cassazione ha confermato la condanna a 9 anni e 4 mesi di reclusione per Martina Ciontoli. È definitiva la condanna a 9 anni e 4 mesi di reclusione per Martina Ciontoli (condanne definitive anche per il fratello Federico e la madre Maria, entrambi a 9 anni e 4 mesi, e per il padre Antonio Ciontoli, che dovrà scontare 14 anni di carcere) per l’omicidio di Marco Vannini, ucciso da un colpo di pistola nella loro villetta in via Alcide De Gasperi a Ladispoli, sul litorale nord della provincia di Roma, nella notte tra il 17 e il 18 maggio 2015. (Nurse24)

Tutta la famiglia responsabile. Per gli Ermellini i Ciontoli hanno pertanto preferito “lasciar morire Marco Vannini, eliminando l’unico testimone e non andare incontro alle conseguenze della propria condotta. (Paolo Gianlorenzo)

Omicidio Vannini, la Cassazione conferma la pena: condannati i Ciontoli che sono già in carcere

“La verità storica sicuramente non è quella emersa nel processo, perché ognuno ha i suoi punti di vista. La verità storica vera e propria potrebbero dirla solo loro, (i Ciontoli ndr.) (Inews24)

Leggi anche -> Fatta a pezzi e gettata in un cassonetto: trovato il corpo di Emma Pezemo, suicida il compagno. Durante la requisitoria di questa mattina, il pg ha chiesto la conferma delle condanne per la famiglia Ciontoli, poiché non vi è dubbio che “Tutti mentirono (Periodico Italiano)

Pubblicità Pubblicità. Intanto il difensore dei Ciontoli ha riferito che “ieri sera la famiglia Ciontoli si è costituita in carcere“. “Gli avevamo promesso un mazzo di fiori se fosse stata fatta giustizia e domani è la prima cosa che farò”, ha spiegato Valerio Vannini (la VOCE del TRENTINO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr