PATERNO’. OPERAZIONE “SOTTO SCACCO”, 40 ARRESTI, TRA CUI ANCHE IMPRENDITORI

PATERNO’. OPERAZIONE “SOTTO SCACCO”, 40 ARRESTI, TRA CUI ANCHE IMPRENDITORI
Altri dettagli:
95047 INTERNO

Dalle indagini emergevano anche i contributi al sodalizio mafioso da parte di imprenditori di Paternò con condotte volte a favorire consapevolmente le illecite attività del clan.

Il sodalizio mafioso operante in Paternò, e già facente capo ad ALLERUZZO Giuseppe cl.

E’ quanto emerge da un’inchiesta coordinata dalla Dda etnea sfociata nell’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare per 40 indagati. (95047)

Ne parlano anche altri media

E’ quanto emerge da un’inchiesta coordinata dalla Dda etnea sfociata nell’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare per 40 indagati. Le indagini, coordinate dalla Dda di Catania, hanno permesso di ricostruire gli organigrammi di gruppi mafiosi della famiglia Santapaola-Ercolano a Paternò e Belpasso (95047)

Secondo l'accusa, gestivano un fiorente traffico di stupefacenti, in particolare marjuana e cocaina, ma anche estorsioni, riciclaggio, ricettazione e avrebbero creato una situazione di grave condizionamento del tessuto economico locale. (LaC news24)

L’operazione ha fatto emergere una situazione di grave inquinamento mafioso del tessuto economico locale, come dimostra l’individuazione di diversi imprenditori che consapevolmente favorivano le illecite attività del clan. (La Repubblica)

Operazione "Sotto Scacco", 40 arresti (anche a Siracusa): tutti i nomi

1) ALLERUZZO Francesco, nato a Palermo il 22/12/1982. 2) ALLERUZZO Santo, nato a Paternò il 21/03/1954;. 3) AMANTEA Salvatore Vito, nato a Paternò il 19/10/1995;. 4) ASSINNATA Domenico Filippo, nato a Agira il 29/04/1952;. (Corriere Etneo)

La cocaina, in particolare, arrivava anche da canali direttamente collegati con il Sud America. Gli investigatori hanno inoltre accertato che veniva utilizzato come nascondiglio per la marijuana anche il cimitero monumentale di Paternò, dove sono stati eseguiti dei sequestri (CataniaToday)

Il Giudice per le indagini preliminari ha applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di: Sulla scorta delle sentenze passate in giudicato sopra menzionate, risultava giudiziariamente accertata l’esistenza di un clan mafioso operante in Paternò, diretto e organizzato nel tempo dalle famiglie Alleruzzo, Assinnata e Amantea. (Siracusa News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr