Djokovic vince Australian Open, Medvedev travolto

Djokovic vince Australian Open, Medvedev travolto
Adnkronos SPORT

Il serbo, numero 1 del mondo, in finale ha battuto in 1h54' il russo Daniil Medvedev, numero 4 del mondo, con il punteggio di 7-5, 6-2, 6-2.

(Adnkronos). Novak Djokovic trionfa all'Australian Open.

Djokovic ha conquistato suo nono Australian Open, il terzo consecutivo, e il 18esimo titolo nello Slam

(Adnkronos)

Ne parlano anche altri media

Le uniche occasioni per rientrare in partita, Tsitsipas le ha avute nel terzo set, ma senza sfruttarle. Medvedev ha perso il servizio una sola volta in tutta la partita, nel sesto game del terzo set, riprendendosi però la battuta nell’undicesimo game che lo ha poi mandato a servire per il match (Corriere della Sera)

Questi i numeri dell’impresa di un campione affamato di successo come lo sono ancora Rafael Nadal e, quando tornerà, Federer. I tre titani, con i loro 58 Slam vinti, stanno ancora a certificare il fatto che prima di un ricambio vero e proprio si dovrà aspettare, contrariamente alla logica e a quello che tanti si aspetterebbero. (OA Sport)

Non è la prima volta che Nole ammette, sebbene in modo velato, di sentirsi un po’ accerchiato dall’opinione pubblica Ma come ho già detto, non è la prima volta – mi è successo molte volte in carriera. (Ubi Tennis)

Tennis, Novak Djokovic boccia la nuova generazione: Medvedev affossato e la legge dei 'titani' vale ancora

Ma come ho già detto, non è la prima volta – mi è successo molte volte in carriera. Non è la prima volta che Nole ammette, sebbene in modo velato, di sentirsi un po’ accerchiato dall’opinione pubblica (Ubi Tennis)

Ancora prima di questo successo, il tennista di Belgrado si era già assicurato di battere il record di Federer di settimane in vetta al ranking ATP. Grazie al terzo successo consecutivo nell’Happy Slam, il 33enne serbo ha messo in bacheca il suo 18° Major, portandosi a due sole lunghezze di distanza dagli eterni rivali Roger Federer e Rafael Nadal. (Tennis World Italia)

Questi i numeri dell’impresa di un campione affamato di successo come lo sono ancora Rafael Nadal e, quando tornerà, Federer. Vero è che per campioni di questo calibro, la razionalità non vale così tanto. (OA Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr