Zangrillo: "Vi spiego perché adesso il virus è in letargo"

Zangrillo: Vi spiego perché adesso il virus è in letargo
il Giornale INTERNO

Alberto Zangrillo non fa un passo indietro rispetto a quanto detto un anno fa sul virus, quando dichiarò che era clinicamente morto. "

Un comportamento che Alberto Zangrillo stigmatizza, perché " non ci porta a quella consapevolezza, a quell’equilibrio mentale e psicologico dell’evidenza, dell’obiettività, dell’informazione corretta

In letargo ", ha dichiarato Alberto Zangrillo ai microfoni di Un giorno da pecora, che poi ha proseguito: " Può darsi che si risvegli?

Il direttore dell’Unità operativa di Anestesia e rianimazione generale poi ha affrontato l'argomento mascherine, che per Alberto Zangrillo all'aperto " non hanno alcun senso. (il Giornale)

Ne parlano anche altre testate

Possiamo dire, oggi, che il virus clinicamente non esiste più? Non rinnego nulla, il virus esiste, come ne esistono centinaia di altri, ora stiamo cercando questo ma se ne cercassimo altri ne troveremmo altri. (AGI - Agenzia Italia)

La verità è verità in quanto tale perché la dice qualcuno che appartiene al politically correct. In Italia è la stessa cosa – sostiene Zangrillo – quindi il politically correct è alla fine quello che guida: la verità è in relazione a chi dice quella cosa“. (Meteo Web)

Questo è un modo di vivere che non ci porta a quella consapevolezza, a quell’equilibrio mentale e psicologico dell’evidenza, dell’obiettività, dell’informazione corretta. La verità è verità in quanto tale perché la dice qualcuno che appartiene al politically correct. (Stretto web)

COVID: 'Il VIRUS dal punto di vista CLINICO NON esiste più', il prof. ZANGRILLO torna a parlare. Il VIDEO

Sono dell’idea di ascoltare gli altri, non ho mai attaccato nessuno e non inizio certo ora” ha replicato Andrea Crisanti. “Nessun problema ad andare a cena con Alberto Zangrillo. (L'HuffPost)

Dico che le mascherine all'esterno non hanno alcun senso. Così Alberto Zangrillo, direttore dell’Unità operativa di anestesia e rianimazione generale del San Raffaele di Milano, a "Un giorno da pecora" su Rai Radio 1. (Corriere TV)

" Oggi è il 31 maggio. Il virus, dal punto di vista clinico, non esiste più ". Alberto Zangrillo , direttore della Terapia intensiva del San Raffaele, un anno fa pronunciava una frase che ha scatenato polemiche e discussioni. (iLMeteo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr