Covid: contagi, vittime e multe non fermano lo “struscio” domenicale dei salernitani

Covid: contagi, vittime e multe non fermano lo “struscio” domenicale dei salernitani
Salernonotizie.it INTERNO

Anche ieri, nella penultima domenica di febbraio, sono stati in migliaia, anche per la giornata di sole e per la temperatura quasi primaverile, a riversarsi sul Lungomare cittadino e sul Corso

Stampa. I numeri restano alti, soprattutto sul fronte dei contagi, continuano a registrarsi decessi (ieri è scomparso anche un noto avvocato 61enne), si intensificano i controlli (da parte delle forze dell’ordine), ristoranti e bar si sono dovuti adeguare nella quasi totalità alle restrizioni imposte dalla nuova “zona arancione”, eppure nulla sembra fermare il cosiddetto “struscio” dei salernitani. (Salernonotizie.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Stefano ha solamente 8 anni, ma già sta affrontando la battaglia più difficile della propria vita: quella contro lo spettro del Covid. Vuole fare solo quello e anche i contatti con gli amici li mantiene così, mettendosi le cuffie e parlandoci sul web" (QUOTIDIANO.NET)

Coronavirus, ecco il bollettino ufficiale della Protezione Civile per il giorno 22 Febbraio (tra parentesi i numeri di ieri):. Contagiati (ieri 388.895 ) . Secondo gli ultimi dati comunicati dalle regioni ed elaborati dalla protezione civile, questa la situazione dei ricoverati. (AssoCareNews.it)

Purtroppo la scienza brancola ancora ancora nel dubbio. I danni al cervello. Che il coronavirus provocasse problemi neurologici era apparso piuttosto chiaro fin dallo scoppio dell’emergenza sanitaria. (InsideOver)

Covid, Bassetti a Domenica In: «A fine marzo vedremo la luce»

A fronte di regole ben precise, prevedendo un numero ben limitato di utenti: ma sarebbe un segnale importante per il Paese". "Massimiliano Fedriga", presidente leghista del Friuli-Venezia Giulia, "condivide con me che non ci può più essere un passo soltanto rigorista", ha spiegato Toti. (Fanpage.it)

Il dato è aggiornato dalla Prefettura di Bari al 17 febbraio. (GiovinazzoViva)

L'Europa rischia di perdere nel confronto con gli Usae ci sono responsabilità in Italia e in Europa», così Bassetti. Matteo Bassetti, chi è l'infettivologo minacciato sui social. Ultimo aggiornamento: 20:32 (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr