Economia allo sbando, appello dell'Onu per aiuti umanitari

Economia allo sbando, appello dell'Onu per aiuti umanitari
Altri dettagli:
Il Manifesto ESTERI

Ieri, al termine della conferenza che si è tenuta a Ginevra, Guterres ha tirato le somme.

Di fronte all’aggravarsi delle molte crisi in cui versa l’Afghanistan, alcuni giorni fa ha convocato una conferenza ministeriale.

Al centro, un appello-lampo per raccogliere almeno 600 milioni di dollari per affrontare «l’ora più drammatica» per il Paese ed evitare «il collasso di un intero Paese, tutto insieme». (Il Manifesto)

La notizia riportata su altri giornali

Di fatto, malgrado l’impegno di Guterres, la posizione che l’Emirato Islamico dell’Afganistan avra’ nelle prossime settimane all’interno del Palazzo di Vetro resta ancora all’insegna della confusione. ”Abbiamo bisogno che la comunita’ internazionale sia unita nel suo appoggio alla popolazione afgana”, ha spiegato Guterres in un twitter. (Lettera 22)

Come spiegato negli scorsi giorni al Consiglio di sicurezza dalla rappresentante speciale per l'Afghanistan Deborah Lyons: "lo scopo comprensibile è negare questi fondi all’amministrazione talebana". Gli ultimi sviluppi della situazione avrebbero solo aumentato la vulnerabilità della popolazione civile confrontata anche con una grave siccità che mette in pericolo il prossimo raccolto (tvsvizzera.it)

Lo ha detto il vicesegretario Onu per gli affari umanitari, Martin Griffiths, che la settimana scorsa si era recato a Kabul, alla conferenza dei donatori di Ginevra. Griffiths ha letto una lettera del governo talebano che si impegna tra le altre cose a "levare ogni ostacolo agli aiuti, proteggere la vita degli operatori umanitari" e a non entrare nelle basi dell'Onu e di altre ong, chiedendo aiuto alla comunità internazionale per la ricostruzione e la lotta al narcotraffico (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Che cosa puo'fare l'Onu per salvare l'Afganistan?

"Non credo che se le autorità di un Paese si comportano male, la soluzione sia punire collettivamente un intero popolo", ha aggiunto. "Non posso dare cifre sulla somma specifica, ma prendendo in considerazione l'appello, l'appoggio ai Paesi confinanti e ad altri programmi, abbiamo sentito promesse per circa un miliardo di dollari". (RSI.ch Informazione)

I Talebani hanno assicurato attraverso una comunicazione scritta che gli operatori umanitari potranno fare ingresso nel Paese. L’obiettivo dunque è che venga rimosso ogni ostacolo agli aiuti” e che venga protetta la vita degli operatori umanitari”. (Notizie.it )

Gianna Pontecorboli. Che cosa puo’ e deve fare una grande organizzazione internazionale per alleviare i tanti e diversi drammi della popolazione afgana? L’Onu, in realta’, e’ impegnata in Afganistan gia’ dal 2002, quando il Consiglio di Sicurezza aveva creato l’UNAMA , United Nations Assistance Mission in Afganistan . (Lettera 22)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr