Green pass, via libera dell’Europa. Dal primo luglio viaggi senza divieti

Green pass, via libera dell’Europa. Dal primo luglio viaggi senza divieti
la Repubblica ESTERI

Il certificato in formato digitale che consentirà a tutti gli europei di tornare a viaggiare liberamente, senza quarantene o restrizioni, tra i Paesi dell'Unione

Il Parlamento europeo, per la prima volta da più di un anno riunito a Strasburgo, ha votato a favore dell'introduzione del Green pass europeo.

'ultimo via libera è arrivato ieri sera.

(la Repubblica)

Su altre fonti

Come ricorda Eleonora Evi, il voto di oggi rappresenta infatti “il culmine di un percorso iniziato il 25 settembre 2018″. Il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione a favore della graduale eliminazione dell’utilizzo di gabbie negli allevamenti dei Paesi UE. (Il Fatto Quotidiano)

Il regolamento approvato questa mattina con 546 voti a favore, 93 contrari e 51 astenuti concede infatti ai singoli Paesi membri ampi margini di libertà sull’uso dei documento Ue. I Paesi che nei quali il pass è già operativo sono: Germania, Spagna, Grecia, Polonia, Danimarca, Repubblica Ceca, Croazia, Bulgaria e Lituania. (EuropaToday)

Per loro varranno le regole di sempre: i tamponi prima di partire, eventuali quarantene o altre regole che ciascuno Stato decida di adottare. La campagna vaccinale in Italia continua spedita: siamo quasi a 40 milioni di somministrazioni, con 13 milioni di immunizzati con le due dosi (TG La7)

Coronavirus nel mondo, I'Europarlamento chiede la revoca dei brevetti sui vaccini

Per chiarire i dubbi principali, abbiamo raccolto le FAQ sul green pass europeo. In attesa che arrivi il green pass europeo comune a tutti gli Stati membri, in Italia il green pass esiste già e si chiama certificazione verde Covid-19. (Money.it)

Il certificato digitale Covid dell’UE, meglio noto come green pass europeo, dopo la prima dose di vaccino si potrà ottenere o serve aver completato il ciclo vaccinale? Si tenga a mente che per ottenere il pass europeo contano solo i vaccini approvati per l’uso dall’UE, quindi AstraZeneca, Pfizer, Moderna e Johnson & Johnson (Money.it)

La pandemia ha contribuito ad aumentare il lavoro minorile. Il lavoro minorile è aumentato nel mondo per la prima volta negli ultimi due decenni. Abbiamo raggiunto ciò senza smettere di esportare una parte della produzione: 350 milioni di dosi sono state esportate in altri Paesi". (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr