Cingolani: “Basta studiare quattro volte le guerre puniche, servono più digital manager”

Cingolani: “Basta studiare quattro volte le guerre puniche, servono più digital manager”
Orizzonte Scuola INTERNO

Dobbiamo capire che l’innovazione è la strada per vincere tutte le sfide del futuro: dalla salute all’ambiente, alla manifattura sostenibile”

Cingolani: “Basta studiare quattro volte le guerre puniche, servono più digital manager” Di. Il ministro della transizione Ecologica Roberto Cingolani è intervenuto ieri sera al Tg2 Post.

Sul tema delle nuove figure professionali che serviranno nei prossimi anni per garantire la svolta digitale ed ecologica all’Italia, il ministro è stato chiaro. (Orizzonte Scuola)

Se ne è parlato anche su altri media

La cultura, nel senso lato della parola, non limita nessuna carriera, così dette "tecnologiche." Nel caso specifico segnalo quanto affermato dall'energico Ministro Roberto Cingolani riportato nel Corriere odierno: "Non serve studiare quattro volte le guerre puniche, occorre cultura tecnica". (Corriere della Sera)

Oggi i giovani spesso non guardano nemmeno più molto al lavoro come carriera, ma come “modo di stare al mondo”. Nessuno impara cose complesse o fa un lavoro davvero generativo per paura e non per scelta; perché qualcuno glielo ha detto e non perché lo sente come suo. (L'HuffPost)

Non è assolutamente vero che le guerre puniche si studiano quattro volte a scuola, al massimo due o forse una o mezzo. Dispiace constatare che da un ministro è arrivato un attacco puro e semplice alla storia come materia di studio” (Orizzonte Scuola)

Guerre puniche o cultura tecnica? È polemica sulle parole di Cingolani

Quindi è un estremista di sinistra, bisogna avvisare Draghi che magari si allarma». Canfora sottolinea che spiegare a Cingolani «che anche le scienze vengono riproposte di grado in grado nella scuola, così come lo studio della storia, è tempo sprecato perché tanto non capirebbe. (La Stampa)

Anche Omero si addormenta ogni tanto”, ricorda Canfora alludendo alla locuzione latina ‘Quandoque bonus dormitat Homerus’. “E Cingolani che si occupa di transizione, quindi va su e giù, magari si è distratto e ha detto una stupidaggine (Orizzonte Scuola)

A quei tempi non c’era Twitter, ma per mesi nelle università e nei licei non si parlò d’altro (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr