Biden, non è il momento di abbassare la guardia sul virus

La Gazzetta del Mezzogiorno ESTERI

Non è il momento di abbassare la guardia se vogliamo passare un buon 4 luglio, festa dell'Indipendenza: lo ha detto Joe Biden invitando gli americani a continuare a rispettare le misure anti Covid nonostante i progressi nella vaccinazione.

"La strada da percorrere è ancora lunga", ha affermato, con riferimento al rischio di una quarta ondata della pandemia

(La Gazzetta del Mezzogiorno)

Su altre testate

La data della visita è stata annunciata ieri dai governi degli Stati Uniti e del Giappone. E ancora: "Non abbiamo fretta, non ci sarà nemmeno un piano graduale per rilanciare l'accordo nucleare e il passo finale dovrebbe essere la rimozione delle sanzioni da parte degli Stati Uniti" (Notizie - MSN Italia)

Advertising. Ultime Notizie dalla rete : Boom occupati. Il Sole 24 ORE. Covid nel Salernitano: nuovi positivi edi contagi a Pagani 1 aprile 2021 Covid - killer nel Salernitano: ancora un morto a Baronissi, . (Zazoom Blog)

Nel terzo mese dell’anno il settore privato Usa recupera 916.000 posti di lavoro – il tasso più alto da agosto – favorendo un calo del tasso di disoccupazione dal 6,2 al 6%. Quindi il focus passa al mega piano infrastrutture annunciato qualche giorno fa: “Se avrà il via libera – afferma – creeremo 19 milioni di posti di lavoro”. (EOS Sistemi avanzati scrl)

L’amministrazione Usa intende finanziarie parte delle misure ricorrendo a un aumento delle corporate tax, abbassate nel corso della presidenza Trump, con la prospettiva che l’iniziativa possa incontrare delle resistenze da parte dei repubblicani. (Il Cittadino on line)

iappone: Biden ospiterà il primo ministro Giapponese? Advertising. Billa42_ : iappone: primo vertice dell'era Biden il 16 aprile - MassimoChiaram7 : RT @ESA_Italia: La caccia. (Zazoom Blog)

Venerdì 2 aprile 2021 - 14:37. Usa-Giappone collaboreranno per risolvere crisi dei chip. Un gruppo di lavoro al tavolo del vertice tra Suga e Biden. Roma, 2 apr. Ci si attende che i due leader concordino sull’esigenza di diversificare la produzione dei chip, oggi concentrata a Taiwan e in Cina. (askanews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr