La villa con piscina e le supercar: l'imprenditore nababbo che fingeva di essere povero

La villa con piscina e le supercar: l'imprenditore nababbo che fingeva di essere povero
MonzaToday INTERNO

Le operazioni di sequestro hanno interessato "72 fabbricati, 22 terreni, 3 auto, 2 delle quali di alta gamma, 4 autocarri, più di 20 orologi di alto pregio, numerosi gioielli, 30 rapporti bancari, 65mila euro in contanti, 7 società e relativi complessi aziendali"

Per dare ancora più credibilità al suo presunto stato di difficoltà economica, l'uomo dichiarava da anni di vivere in un locale interrato in una palazzina alle porte di Saronno, ma in realtà abita da tempo in una villa con piscina insieme alla famiglia. (MonzaToday)

Se ne è parlato anche su altri media

A lui – scrive l’Ansa – è risultato riferibile un ingente patrimonio immobiliare, 72 fabbricati e 22 terreni, quote societarie generate da guadagni illeciti ottenuti evadendo le tasse o intestando conti a prestanome Un imprenditore edile della provincia di Varese, amante delle auto di lusso e delle griffe famose ha subito un sequestro preventivo finalizzato alla confisca di 15 milioni di euro, a seguito di un’indagine della Questura di Varese sui fondi Covid e disposto dal Tribunale di Milano, Sezione autonoma Misure di prevenzione. (Calabria 7)

L’imprenditore era già finito in passato al centro di indagini, tutte confermate, per reati finanziari e contro la persona. La Polizia ha disposto il sequestro, in particolare, di terreni, fabbricati, automobili, autocarri, gioielli ed orologi di valore, conti bancari, 65mila euro in contanti, aziende (Settenews)

Dall'analisi delle sue carte di credito sono risultate emissioni continue e consistenti, fino ad arrivare anche ad una somma di 8.000 euro per un singolo acquisto di abbigliamento e accessori L'entità della frode sulla cessione del credito dei suddetti bonus è tuttora in fase di quantificazione, ma al momento, solo per il 2021 ammonterebbe a circa 7 milioni di euro. (AGI - Agenzia Italia)

Bonus edilizi e ristori Covid, imprenditore nei guai: la polizia sequestra beni per 15 milioni

L'uomo, originario della Provincia di Napoli ma con casa a Saronno (Monza), con alle spalle varie condanne per reati finanziari e con un debito nei confronti dell'erario di circa 17 milioni di euro, fingeva di vivere nell'indigenza e - proprietario di una villa con piscina - riusciva ad avere accesso ai ristori per gli imprenditori e le aziende in difficoltà a causa della pandemia, che poi andava a spendere in costose vacanze o acquisti in negozi di lusso. (Sky Tg24 )

“Strisciate“ con carta di credito da 8 mila euro a botta, ma ristori per il covid. Vita dimessa in un appartamento, ma patrimonio da nababbo con decine di immobili sequestrati per un valore di oltre 15 milioni di euro, oggetti di lusso e auto sportive. (varesenews.it)

L'uomo in realtà ha sempre mantenuto un tenore di vita elevatissimo e dimora abitualmente in una villa con piscina unitamente alla famiglia La Polizia di Stato di Varese ha eseguito una misura di prevenzione patrimoniale per oltre 15 milioni di euro. (Vigevano24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr