Alla libreria Lungomare di Viareggio il ricordo di Genova venti anni dopo il G8 - Luccaindiretta

LuccaInDiretta INTERNO

L’incontro sarà improntato su quelle che sono passate alla storia come “Le giornate di Genova”, giorni di cortei segnati dalla mattanza poliziesca e dell’indignazione mondiale suscitata da quella che Amnesty International definì “la più grave sospensione dei diritti democratici in un paese occidentale dopo la seconda guerra mondiale”.

Interverranno i presidenti e rappresentanti delle associazioni organizzatrici, assieme a ospiti d’eccezione, protagonisti diretti di quei giorni, come l’avvocato Ezio Menzione, legale del Genova Social Forum e il giornalista Checchino Antonini

Venerdì (16 luglio) alle 21 alla libreria Lungomare, si terrà l’incontro Genova 2001/2021 – dalla parte della ragione. (LuccaInDiretta)

Ne parlano anche altre fonti

rimocanale e le immagini che fecero il giro del mondo. I media vent'anni fa hanno raccontato, testimoniato quanto accadeva a Genova nel corso del G8 del 2001. (Primocanale)

avvocati del Genoa social forum e rappresentanti del sindacato dei giornalisti tra cui Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi. L'appuntamento, organizzato dall"Ordine dei giornalisti della Liguria insieme al sindacato, è per venerdì 16 luglio a partire dalle 18 ai Giardini Luzzati, nel centro storico di Genova (La Repubblica)

Due varianti del giornalismo disegnato, l’una che punta su effetti di realismo e obiettività, cioè sul ‘modello dossier’, l’altra che opera una commistione tra giornalismo e narrazione finzionale. In Dossier Genova G8 (Il Manifesto)

E proprio per Primocanale quel G8 si trasformò in evento che portò le sue immagini in ogni angolo del pianeta. Primocanale ricorda quell'evento con una docuserie che a vent'anni di distanza dal luglio 2001 ripercorre quei drammatici giorni. (Primocanale)

Sono previsti i saluti di Carmelo De Caudo, segretario generale della Cgil Catania e una piccola intro musicale del gruppo musicale Ciauda che eseguirà due brani in acustica. (CataniaToday)

Oggi ci troviamo immersi in una crisi pluridimensionale di grandezza planetaria: sociale, ambientale, sanitaria ed economica allo stesso tempo. Ecco perché Genova non è stata l’apocalisse ma un’esperienza collettiva straordinaria, generatrice di processi che hanno attraversato i decenni successivi. (left)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr