Alunno autistico bocciato, Sasso: “Individuare una proposta per completare il percorso formativo”

Alunno autistico bocciato, Sasso: “Individuare una proposta per completare il percorso formativo”
Orizzonte Scuola INTERNO

Alunno autistico bocciato, Sasso: “Individuare una proposta per completare il percorso formativo” Di. La storia dei genitori che chiedono alla scuola di bocciare il figlio autistico perché non avrebbe raggiunto gli obiettivi formativi previsti dal PEI è arrivata anche al sottosegretario Rossano Sasso, che ha peraltro la delega su inclusione scolastica.

Va individuata, nel più breve tempo possibile, una proposta concreta che consenta ad A. (Orizzonte Scuola)

La notizia riportata su altri giornali

E poi Stefano Belisari di ‘Elio e le storie tese’ di recente ha fatto un appello dichiarando che quello dell’autismo è un tema che non interessa a nessuno a meno che non si abbia una persona che ne soffre in famiglia (La Repubblica)

Loro, genitori di un ragazzo autistico di 19 anni ammesso all’esame di maturità, vogliono che loro figlio sia bocciato, poiché «la pandemia gli ha creato danni enormi», facendolo restare «solo in classe», quando invece, per il ragazzo, «la relazione coi compagni è il fulcro del suo sviluppo e della sua crescita personale». (Corriere Milano)

Si è sviluppata anche la collaborazione tra Asl e Associazione Autismo Arezzo, attraverso la quale è stato creato un canale preferenziale per l’accesso dei soggetti con autismo presso l’Ambulatorio di Neuro-Urologia Ne è autrice Marilena Gubbiotti, che sta lavorando alla stesura di un progetto che mette in relazione autismo, disabilità intellettiva e disfunzioni urinarie/intestinali. (Qui News Arezzo)

Chiedono che il figlio autistico venga bocciato, la scuola rifiuta - L'Unione Sarda.it

"Quando le norme non ci assistono - ha sottolineato Sasso - in attesa di cambiarle vanno messi in campo buon senso e cuore". In questo anno sono potuti andare a scuola, ma da soli, perché i loro compagni erano in dad. (IL GIORNO)

Oggi una ricerca seguita ad Arezzo mette in relazione i problemi urologici ed intestinali con la disabilità intellettiva e l'autismo. (ArezzoNotizie)

Questione fondamentale è quella dell’inclusione, e “i progetti ponte che si stavano attivando si sono arrestati a causa della pandemia”. Ma la scuola rifiuta. (L'Unione Sarda.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr