Ema, vaccino anche per la fascia 5-11 anni: "Efficacia al 91%"

Ema, vaccino anche per la fascia 5-11 anni: Efficacia al 91%
Cremonaoggi ESTERI

Ci fa grande piacere, sulla vaccinazione dei più piccoli si ha un’efficacia al 91% e con effetti collaterali senza nessuna diversità rispetto a quanto visto nei più grandi, cioè di lieve entità”

“Era una decisione che stavamo aspettando – dice Paolo Biasci, presidente Federazione Italiana Medici Pediatri -, era solo una questione di una settimana prima o dopo.

L’agenzia europea per i medicinali Ema ha raccomandato di concedere un’estensione dell’indicazione per il vaccino Covid di Pfizer-BioNtech per includere l’uso per i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni. (Cremonaoggi)

La notizia riportata su altri giornali

Long Covid - C'è poi il rischio del Long Covid anche nei più piccoli, con strascichi che possono protrarsi nel tempo, anche per mesi. Meno giochi, meno scuola, meno sport. (Ticinonline)

(di Martina Grillotti – da RietiLife Free Press) L’Agenzia Europea del Farmaco (Ema) ha dato l’ok: il vaccino Pfizer può essere somministrato anche ai bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. Nell’ultimo bollettino altri 20 casi in tutto il Reatino di cui 7 in città e 13 i nuovi guariti (Rieti Life)

Dopo il via libera dell’autorità europea, lunedì toccherà all’Aifa esprimersi. Le prime dosi attese il 20 dicembre di Elena Dusi. L'età pediatrica è la più colpita dall'ondata attuale. (La Repubblica)

Da Ema l'ok al vaccino per i bimbi

‘Un passo in avanti’. “Si tratta di un grande passo in avanti – dice il dottore Massimo Farinella, infettivologo, primario e membro del nostro Comitato tecnico scientifico -. Oltretutto, se il coronavirus continua a rimbalzare negli adulti vaccinati, potrebbe scegliere di occuparsi con più forza nei bambini. (Live Sicilia)

Quindi "i benefici superano i rischi", in particolare nei bambini con condizioni di salute che aumentano il rischio di Covid-19 grave L’efficacia di questo vaccino – come ha riferito ieri l’Ema – è stata calcolata in quasi 2.000 bambini che non presentavano segni di infezione precedente. (Il Resto del Carlino)

Tutto questo mentre in Italia continua a crescere l’incidenza delle sindromi simil-influenzali, che ha raggiunto questa settimana i 4,8 casi per 1.000 La Commissione tecnico scientifica dell’Aifa è convocata dall’1 al 3 dicembre per valutare la pronuncia dell’Ema e dare il parere per l’Italia. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr