Policlinico, al via la co-somministrazione vaccino antinfluenzale e terza dose Covid per gli operatori sanitari

Ilikepuglia SALUTE

Contestualmente potranno fare anche la vaccinazione contro l'influenza

A partire da oggi 12 ottobre, negli ambulatori della piastra chirurgica saranno vaccinati con la dose booster medici, infermieri e operatori sanitari in servizio nei reparti Covid di Rianimazione, Pneumologia, Malattie infettive, Pronto soccorso, Medicina interna.

Al via la co-somministrazione del vaccino antinfluenzale e della dose di richiamo contro il Covid per gli operatori sanitari del Policlinico di Bari (Ilikepuglia)

Ne parlano anche altri media

Unico neo della giornata: non è stato permesso ai lavoratori dello spezzone “eretico” parlare al comizio in Piazza dei Martiri. Che, più o meno, riprende le cose scritte nel volantino qui sotto (Come Don Chisciotte)

Secondo la Fda i dati presentati dalla società hanno mostrato che le sue sigarette elettroniche hanno aiutato i fumatori a smettere o a ridurre significativamente il loro uso di sigarette, la principale causa di morte evitabile negli Stati Uniti (LaPresse/AP) – La Food and Drug Administration ha autorizzato le prime sigarette elettroniche negli Stati Uniti, affermando che i prodotti per lo svapo Vuse di R. (LaPresse)

Keystone. Discriminazione, vaccinazione forzata e sorveglianza di massa: sono gli elementi principali invisi agli oppositori della legge Covid-19 contro la quale hanno lanciato il referendum previsto il 28 novembre. (Bluewin)

E "poiché le fasce d'età adulta alle quali viene" tradizionalmente "raccomandata la vaccinazione contro l'influenza stagionale sono anche a rischio di sviluppare Covid grave", per il Sage "la somministrazione contemporanea di un vaccino antinfluenzale inattivato e di qualsiasi vaccino Covid-19 autorizzato dall'Oms per l'uso di emergenza è accettabile e massimizzerà l'assorbimento di entrambi i vaccini". (AvellinoToday)

Continua l’attività dei Centri Vaccinali anche in modalità open day, al fine di raggiungere la copertura totale dell’intera un popolazione irpina. (https://www.irpiniatimes.it)

"I test non sono mai affidabili al 100%”, afferma la specialista in matematica e biologia statistica. Quest’ultimo approccio può essere raggiunto "da un lato con maschere e distanza o dall’altro affidandosi all’approccio 2G invece di 3G”. (laRegione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr