L’imbarazzo della Uefa al cospetto del Covid: i dubbi su Roma e le città di Euro 2020

L’imbarazzo della Uefa al cospetto del Covid: i dubbi su Roma e le città di Euro 2020
Sport Fanpage SPORT

Spagna (Bilbao), Germania (Monaco di Baviera), Ungheria (Budapest) e Azerbaijan (Baku) oltre all'Italia (Roma) hanno mosso eccezioni.

La Uefa aveva chiesto alle associazioni dei Paesi ospitanti di presentare un piano per l'accoglienza degli spettatori entro il 7 aprile.

La Figc ha ipotizzato anche l'utilizzo di una app che permette di riconoscere le persone con tampone negativo o vaccinate

Nessuno può dirlo con certezza al momento e l'Italia non è l'unico Paese che non può fornire adeguate garanzie. (Sport Fanpage)

Ne parlano anche altri media

L’organismo che governa il calcio europeo vorrebbe che tutti i match si disputassero almeno con il 25% dei posti occupati. Prima l’apertura del governo, poi la doccia fredda del Cts. (Il Fatto Quotidiano)

CTS – «Pubblico a Euro 2020? Non è stato possibile confermare la presenza del pubblico, ma è stata sottolineata la disponibilità a rivedere la questione nelle prossime settimane. (Cagliari News 24)

In questo modo, l’Irlanda non rinuncia ufficialmente all’Europeo e nello stesso comunicato ufficiale fa sapere di mantenere aperto il canale di comunicazione con l’UEFA, che però difficilmente acconsentirà a far disputare gare in queste condizioni a Dublino Lo rende noto la federcalcio irlandese, che fa sapere di “aver comunicato alla UEFA che, a causa della pandemia da COVID-19, non è nella posizione in questo momento di poter dare rassicurazioni sulla presenza minima di un determinato numero di spettatori per le partite dell’Europeo in programma a Dublino”. (TUTTO mercato WEB)

Euro 2020, Cts: «Pubblico a Euro 2020? Impossibile stabilirlo ora»

La buona notizia è arrivata nella giornata di ieri: il governo ha dato il suo via libera per aprire le porte dell'Olimpico ai tifosi in occasione degli Europei che tra i tanti paesi si svolgeranno anche a Roma allo stadio Olimpico. (La Lazio Siamo Noi)

Ora si aspetta la decisione da parte della UEFA sul tema. La FAI, federcalcio irlandese, ha diramato un comunicato stampa in cui annuncia di aver notificato alla UEFA l’impossibilità di garantire una riapertura parziale dei propri stadi in previsione di EURO 2020. (MilanNews24.com)

Non è stato possibile confermare la presenza del pubblico, ma è stata sottolineata la «disponibilità a rivedere la questione nelle prossime settimane alla luce dell’evoluzione del quadro epidemiologico e dell’andamento della campagna di vaccinazione in corso in Italia». (MilanNews24.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr