La campagna vaccinale e il ruolo della scuola. Parla Marcello Bianchi

LeggoCassino.it INTERNO

“Le norme anti Covid rispetto allo scorso anno non sono cambiate – ha spiegato il preside Marcello Bianchi – oltre al distanziamento, alla mascherina e all’igienizzazione c’è il controllo del green pass per tutti coloro che accedono all’Istituto, tranne gli studenti.

È una battaglia, questa, tra il buon senso, supportato dai dati scientifici e l’oscurantismo – per non dire ignoranza – di una parte, purtroppo non così esigua, della popolazione

Sotto quest’ultimo profilo, l’ostacolo da superare è costituito dalle resistenze di chi non vuole sottoporsi alla vaccinazione, adducendo le più strampalate giustificazioni ed invocando le teorie più improbabili e prive di qualunque fondamento scientifico. (LeggoCassino.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

“Domani è una giornata importante, soprattutto per gli studenti perché la scuola riparte al 100%” – afferma l’assessore regionale alle scuola Ilaria Cavo ad un giorno dall’inizio del nuovo anno scolastico. (Genova24.it)

La nota positiva di questa vigilia è che per la prima volta, da quando sono preside, abbiamo tutti i docenti da organico in cattedra, manca solo qualche supplenza" L’anno scorso non abbiamo avuto alcun caso in classe né sono scattate quarantene, la scuola si è organizzata bene, in sicurezza. (LA NAZIONE)

Devo ammettere però che non riesco a condividere l’eccessivo ottimismo che mi è parso emergere dalla riunione, poiché continuo ad avere la percezione, interloquendo con genitori, insegnanti e dirigenti scolastici, che la situazione sia comunque più complessa”. (Lanuovasavona.it)

E’ questo l’augurio degli insegnanti che questa mattina dopo oltre un anno hanno ritrovato in classe i propri alunni. “Speriamo in un anno in presenza”. (Prima Tivvù)

Anche quest’anno sarà particolare, a causa della pandemia ancora in corso, ma Farmacisti in Aiuto augura un buon inizio di anno scolastico a tutti gli studenti. Lunedì è suonata la campanella per la maggior parte degli studenti d’Italia, di ogni ordine e grado. (QFiumicino.com)

Preciso subito che non mi interessa affrontare il tema da un punto di vista medico sanitario, lo lascio ai “competenti” che, come sappiamo, riescono a disputare tra loro assicurando l’infondatezza delle affermazioni dell’altro: no grazie. (Liguria 24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr