Ombre sul suicidio di David Rossi: "La mail di addio creata dopo la sua morte"

Ombre sul suicidio di David Rossi: La mail di addio creata dopo la sua morte
Giornale di Sicilia INTERNO

Questi è stato trovato senza vita la sera del 6 marzo 2013, dopo essere caduto da una finestra della sede centrale di Mps in piazza Salimbeni.

Secondo la polizia postale la mail incriminata, apparentemente inviata il 4 marzo 2013, è stata invece creata il 7 marzo.

Ascoltato dai magistrati Viola dice a verbale di non ricordare un simile messaggio, riconoscendo invece "tutte le altre mail scambiate con lui quel giorno"

Carmelo Miceli, avvocato della famiglia di David Rossi. (Giornale di Sicilia)

Su altre fonti

Intanto emerge che l'email in cui Rossi annunciava il suo suicidio sarebbe stata «creata dopo la sua morte» Il Csm finora non ha autorizzato alcun magistrato di ruolo a svolgere questa attività di consulenza a favore della commissione». (ilgazzettino.it)

L’iPad di Rossi è stato acceso e connesso per la ricezione o l’invio di posta elettronica fino al 7 marzo alle ore 2 Stando alla relazione della polizia postale, la comunicazione datata 4 marzo 2013 (ovvero due giorni prima del decesso) è stata scritta dopo la morte di Rossi. (Open)

"C’è una perizia in corso – aggiunge sul tema Zanettin –, è stato di recente aggiunto un quesito relativo alla telefonata ricevuta dal cellulare di Rossi dopo la sua morte da parte di Daniela Santanché". (LA NAZIONE)

Caso Rossi, perizia sulle mail ’create’ dopo la morte

«La questione delle mail inviate da Rossi sarà affrontata sempre dal Ris», ha precisato Zanettin dopo aver appreso della circostanza riportata dall’Espresso. «Ho sempre ritenuto che la commissione avesse la necessità di avvalersi anche di magistrati, per svolgere al meglio il proprio compito. (Il Riformista)

Sono presenti due versioni di questa mail, «ma entrambe hanno data di creazione il 7 marzo 2013» alle ore 11,41. Davvero singolare che dopo una mail del genere Viola e Rossi continuino su un’altra mail con continuità e inoltro degli stessi testi una normale conversazione (L'Espresso)

Per quanto riguarda il resto della conversazione avuta con David Rossi, il dirigente nello stesso verbale ai pm ha riconosciuto tutte le altre e-mail scambiate con lui. Quindi, risulta singolare per la famiglia di David Rossi che dopo quell’email si continui un’altra conversazione con continuità (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr