Banche, Abi: Pericolosi automatismi su default imprese, rischi per ripresa

Banche, Abi: Pericolosi automatismi su default imprese, rischi per ripresa
Approfondimenti:
LaPresse ECONOMIA

Altrettanto essenziale è la modifica della disciplina, relativa alle coperture obbligatorie dei crediti deteriorati, che introduce un controproducente incentivo alle banche a cedere i crediti ai primi segnali di difficoltà, invece di impegnarsi in percorsi di ristrutturazione che richiedono tempo”.

Roma, 7 apr.

(LaPresse) – “Occorre intervenire per mitigare la rigidità di tali norme, caratterizzate da pericolosi automatismi, in quanto una inappropriata (troppo anticipata) classificazione a default comprometterebbe irrimediabilmente l’accesso al credito e le prospettive di ripresa di una larga fascia di clienti resi più fragili dall’emergenza in corso. (LaPresse)

La notizia riportata su altri media

In Emilia-Romagna sono dunque interessate decine di migliaia di imprese e famiglie. Bologna – “Ora è necessario prorogare la moratoria di prestiti, mutui e finanziamenti per imprese e titolari di partite Iva fino al 31 dicembre 2021 e dilazionare ulteriormente la restituzione del debito”. (Nicola Passarotto)

I tecnici del Ministero dell’Economia, inoltre, sono al lavoro con i vertici dell’Agenzia delle entrate per dare attuazione alla riforma della riscossione, a partire dalla gestione dello stock dell’arretrato di cartelle in pancia all’amministrazione. (Irpinia TV)

Proprio sull’impossibilità per il popolo delle partita IVA di aderire alla moratoria “prima casa” si è acceso, nei giorni scorsi, lo scontro politico, con diverse interrogazioni depositate alla Camera da parte di altrettanti parlamentari. (LabParlamento)

Abi: Rafforzare capitale imprese in vista ripresa

Purtroppo la situazione pandemica rimane ancora molto complessa e il Paese resterà in zona rossa o arancione fino alla fine di aprile, con le conseguenti chiusure di numerose attività economiche. «Ora è necessario prorogare la moratoria di prestiti, mutui e finanziamenti per imprese e titolari di partite Iva fino al 31 dicembre 2021 e dilazionare ulteriormente la restituzione del debito». (IlPiacenza)

Più precisamente, l’aumento dell’indebitamento delle imprese rischia di rendere necessarie sia una rimodulazione della durata/struttura dell’indebitamento, sia nuove risorse a titolo di capitale per ridurre il grado di leva, già mediamente elevato nelle nostre imprese”. (LaPresse)

Emilia-Romagna chiede al Governo di prorogare la moratoria di prestiti, mutui e finanziamenti. “Ora è necessario prorogare la moratoria di prestiti, mutui e finanziamenti per imprese e titolari di partite Iva fino al 31 dicembre 2021 e dilazionare ulteriormente la restituzione del debito”. (SulPanaro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr