Nick Gage tornerà in All Elite Wrestling?

Nick Gage tornerà in All Elite Wrestling?
The Shield Of Wrestling CULTURA E SPETTACOLO

Dopo il suo violentissimo match contro Chris Jericho di qualche mese fa, il folle atleta della Game Changer Wrestling sembra orientato verso un ritorno alla corte di Tony Khan in futuro.

Nick Mondo, recentemente intervistato da Wrestling Inc., ha parlato del futuro di Nick Gage lasciando intendere che presto potrebbe tornare a farsi vedere sugli schermi della All Elite Wrestling.

Per farti due risate a tema wrestling, segui i nostri amici di Spear Alla Edge su Instagram!

Nick Gage, molto probabilmente, potrebbe tornare a farci divertire in All Elite Wrestling tra qualche tempo. (The Shield Of Wrestling)

Ne parlano anche altri media

In un recente episodio di AEW Unrestricted, Aubrey Edwards e Tony Schiavone hanno intervistato Malakai Black. Non è una cosa negativa, ma io personalmente mi considero una specie di minimalista e volevo vedere se fosse possibile ricreare qualcosa di relativamente simile utilizzando soltanto il necessario” (Zona Wrestling)

Crowbar affronterà Joey Janela ad AEW Dark Elevation. La All Elite Wrestling ha annunciato che l’ex-WCW Cruiserweight Champion nella puntata di stanotte di AEW Dark Elevation affronterà Joey Janela, il quale a sua volta è reduce da una sconfitta contro Minoru Suzuki in quel di GCW The Aftermath (i cui risultati li trovate !). (The Shield Of Wrestling)

Per ora Nick Gage non è più apparso in AEW, ma una sua nuova collaborazione con Jacksonville non è da escludersi. Non posso dirlo con certezza, ma la mia sensazione è che si voglia proporre un po’ di hardcore durante Rampage e quindi credo che potremmo rivedere Nick Gage. (Zona Wrestling)

Stevie Van Zandt, esce il ‘Memoir’ tra rock, cinema e attivismo

Tra l’altro soltanto lo scorso venerdì a Rampage c’è stata una reunion a tema ECW a telecamere spente, dove Taz, Chris Jericho, Jerry Lynn e CM Punk (quest’ultimo in rappresentanza della ECW 2.0, ndr.) (The Shield Of Wrestling)

Van Zandt in ‘Memoir’ narra proprio i pochi litigi tra i due, uno dei quali a inizio anni ’80, quando percepì di non essere più ascoltato dal Boss. Coincidenze non casuali perchè Steve Van Zandt, al secolo Stefano Lento, è di famiglia calabrese, e nella storia di Springsteen è stato un consigliere prezioso, dando un tocco decisivo come arrangiatore a numerosi brani, come forse la canzone simbolo del Boss. (LaPresse)

Coincidenze non casuali perchè Steve Van Zandt, al secolo Stefano Lento, è di famiglia calabrese, e nella storia di Springsteen è stato un consigliere prezioso, dando un tocco decisivo come arrangiatore a numerosi brani, come forse la canzone simbolo del Boss. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr