Che cosa si dice negli Usa della mossa sovranista di Draghi sui vaccini Astrazeneca all'Australia

Startmag Web magazine ECONOMIA

I leader europei hanno notato che gli Stati Uniti e la Gran Bretagna si tengono stretti i vaccini prodotti in quei paesi.

Ma i problemi dell’Europa non derivano solo da problemi di approvvigionamento: Molti paesi europei hanno avuto enormi problemi ad utilizzare rapidamente le dosi che hanno già ricevuto.

Dopo l’azione dell’Italia, le dosi originariamente destinate all’Australia saranno invece conservate all’interno dell’Unione Europea, parte dello stock condiviso dai paesi membri. (Startmag Web magazine)

Su altre testate

Inoltre l'Australia è un Paese considerato ''non vulnerabile'' ai sensi del Regolamento Ue. Piano Vaccini, Speranza propone vaccino AstraZeneca anche per over 65. Sputnik: Ema avvia valutazione. (Quotidiano.net)

La febbre compare solo nel 7,9% dei casi. Così il virologo dell’Università San Raffaele di Milano, commentando su Facebook la notizia in merito alla quale gli effetti collaterali del vaccino AstraZeneca, somministrato in questi giorni ai docenti siciliani, starebbe “mettendo in crisi i dirigenti scolastici” che non sanno più come fronteggiare le assenze degli insegnanti prima e dopo la vaccinazione. (Orizzonte Scuola)

E anche l’interlocuzione telefonica avuta due giorni fa con Ursula von der Leyen era finalizzata a fare fronte comune per accelerare sui vaccini. Una delle prime vaccinazioni con AstraZeneca, a Formigine in provincia di Modena - Fotogramma. (Avvenire)

Secondo il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio , il blocco delle esportazioni del vaccino Astrazeneca verso l’Australia da parte dell’Ue “non è un atto ostile verso il Paese”. Il ministro degli Esteri ha specificato che il contratto con la casa farmaceutica lo permette, e che quindi, “finché ci saranno dei ritardi nelle forniture di vaccini anti Covid-19 da parte delle case farmaceutiche che hanno siglato dei contratti con la Commissione Ue, è giusto che i Paesi membri blocchino l’export di dosi verso i Paesi non vulnerabili” (Il Fatto Quotidiano)

Australia: la Ue ci ripensi. Contro lo stop all'export si oppone ovviamente l'Australia che ha chiesto alla Commissione Europea di riesaminare la decisione dell'Italia. Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio difende la scelta: «Le case farmaceutiche sono in ritardo con le forniture assicurate all'Ue. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr