JUVE, Il dietro le quinte dello 0-3 con la Fiorentina

JUVE, Il dietro le quinte dello 0-3 con la Fiorentina
Firenze Viola SPORT

Infine il gol di Caceres e la delusione dopo la sconfitta, con i giocatori bianconeri tutti a testa bassa

A fine primo tempo il discorso di Pirlo: "Stiamo concentrati sennò si fanno figure di m***a.

All'interno di "All or Nothing", la serie Amazon Prime sulla scorsa stagione della Juventus, viene dato ampio spazio al dietro le quinte della sconfitta contro la Fiorentina prima del Natale scorso.

Poi è il turno di Bonucci, che tuona: "Quando si indossa questa maglia c'è solo un modo di rispondere: andare fuori, vincere, vincere e vincere". (Firenze Viola)

Ne parlano anche altre testate

La furia di Pavel Nedved che lascia il campo prima della partita, successivamente spiega che "certe partite devo viverle solo da dirigente. Nedved: "Devo vivere le gare da dirigente ma a volte vince il cuore". (TUTTO mercato WEB)

Furia Nedved coi giocatori Juve: «Presuntuosi, bisogna spaccar loro la testa». Bisogna andare lì e spaccare loro la testa». (Juventus News 24)

Ritraente la difficile stagione 2020-2021 targata Andrea Pirlo, sono diverse le scene che raccontano la difficoltà avuta dalla Juventus la scorsa temporada. Il dirigente della Juventus viene spesso pizzicato dalle telecamere, proteso a sbroccare nei confronti dei suoi o di qualche controverso episodio arbitrale. (SerieANews)

Un anno di errori, lacrime e insulti Juve, ripasso video per evitare il bis

Furia Nedved coi giocatori: "Bisognerebbe spaccargli la testa". vedi letture. Nella prima parte della settima puntata di 'All or Nothing: Juventus', al tredicesimo minuto, dopo il clamoroso ko contro il Benevento c'è una frase pesante di Pavel Nedved. (TUTTO mercato WEB)

Dopo il lavoro fatto mi sono addormentato sereno» Così a nudo non si era mai visto, ma lo spogliatoio bianconero svelato pubblicamente per la prima volta può diventare un’ottima lezione di ripasso per questa Juve, reduce dalla batosta di Champions contro il Chelsea e attesa domani allo Stadium per la “finale” contro l’Atalanta. (La Stampa)

Perché le esaltazioni, le parole, i percorsi contorti e gli errori della scorsa stagione sembrano ripetersi pericolosamente, anche se il tecnico Pirlo è stato esonerato, il direttore sportivo Paratici ha cambiato aria, un totem come Buffon non c’è più e il miglior giocatore, Cristiano Ronaldo, ha lasciato il gruppo negli ultimi giorni del mercato estivo (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr