"Aprile in lockdown è un sequestro" Salvini aperturista vuol vedere Draghi

ilGiornale.it INTERNO

Già, perché anche se Salvini ripete che il sostegno della Lega al governo Draghi non è in discussione, il segretario vuole differenziarsi per non perdere visibilità e antichi ancoraggi.

È evidente che il segretario della Lega sia in balìa di impetuosi conflitti interiori» scrivono sulla loro pagina Facebook

C'è già stato il caso della clausola al decreto legge Covid sulle «riaperture mirate» concordata tra Salvini e Draghi, riaperture che saranno decise dal governo in caso di miglioramento degli indici. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ma l’asse con Draghi è ferreo, lui dice che si riaprirà sulla base della scienza e dei dati medici. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, in un’intervista al Corriere della Sera, sottolineando di avere chiesto un incontro con il premier Draghi “per parlare di ritorno alla vita. (Sicilianews24)

Egli ritiene che per il bene degli italiani, è impensabile che si continui a tener chiuso un Paese intero se i dati dei ricoveri dimostrano che è possibile allentare le restrizioni ”. La posizione del leader della Lega è estremamente lineare. (Redazione AriaMediterranea)

La Lega contro Salvini. “La nostra lealtà al presidente Draghi ci impone di lavorare insieme per risolvere i problemi ma anche di avere il coraggio di sottolineare e correggere quello che non va”, ha twittato il 31 marzo Salvini. (Money.it)

«Non lascio il Paese in mano a Pd e M5s»: così Matteo Salvini nella lunga lettera inviata a Libero. A proposito dell’ingresso del Carroccio nella maggioranza, ha tenuto a sottolineare: «Davvero avremmo dovuto lasciare il nostro futuro nelle sole mani di Speranza, Pd e 5Stelle?». (Il Sussidiario.net)

Per non parlare dell’immagine dell’Italia a livello europeo - è la chiosa di Dagospia - con una vaccinazione che stenta a raggiungere l’immunità di gregge entro l’anno” (Liberoquotidiano.it)

Qualche giorno di riposo e poi Matteo Salvini andrà incontro a un mese caldissimo. È una delle ragioni per cui l'ex vicepremier guarda con sospetto alla possibilità che il Copasir vada a Fratelli d'Italia (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr