Milano, caos vaccini Covid: "Mancano liste d'attesa, gente chiamata a caso per non buttare le dosi"

Milano, caos vaccini Covid: Mancano liste d'attesa, gente chiamata a caso per non buttare le dosi
MilanoToday.it INTERNO

La sala d'aspetto deserta e gli operatori che chiamano a caso per non esser costretti a buttare via preziosi dosi di vaccino anti Covid.

È chiaro però che così si fa tutto in emergenza e le cose non andranno mai come dovrebbero.

Non sono previste né ammesse autocandidature", si leggeva nella nota a firma del Direttore generale del Welfare di Regione Lombardia Giovanni Pavesi

Basterebbe sapere chi si è prenotato per il giorno dopo, e invece dalla Regione non ci è mai pervenuto un elenco ufficiale. (MilanoToday.it)

La notizia riportata su altri media

Questo il quadro del Paese alle prese con la pandemia, rappresentato dalla Fondazione Gimbe nel report del monitoraggio dell'emergenza Covid nella settimana dal 31 marzo al 6 aprile. "Obiettivo 500mila vaccinazioni per ora è miraggio". (Adnkronos)

In più, nei prossimi giorni sarà attiva la piattaforma per le istanze dei caregiver. A seguito di tale registrazione, dopo le dovute verifiche del caso, il soggetto caregiver potrà effettuare la prenotazione della somministrazione sulla piattaforma di Poste italiane». (Gazzetta del Sud - Edizione Calabria)

Il numero delle dosi di vaccino contro il Coronavirus somministrate nelle ultime 24 ore è stato 247.293. Nemmeno la metà della soglia fissata più volte dal Governo per la fine di aprile, momento in cui si dovrebbe arrivare a 500 mila dosi di vaccino al giorno. (Open)

Un nuovo potenziale vaccino low cost prodotto con le uova attrae l'attenzione: cosa sappiamo?

Quanto ai numeri, oltre un milione e duecentomila persone, tra docenti e forze dell’ordine, attendono la seconda dose a maggio e ora non sanno come andrà a finire. La circolare del Ministero della Salute. (Tecnica della Scuola)

Un primato che è il risultato di errori che vale la pena mettere in fila, per affrontare con maggiore consapevolezza il futuro. Un altro aspetto decisivo è quello del ritardo con cui si sono decise le chiusure durante la seconda e terza ondata: una rincorsa al rallentatore. (L'HuffPost)

Ma se c’è una cosa che la pandemia ci ha insegnato è che bisogna saper attendere. “Un nuovo potenziale vaccino low cost prodotto con le uova attrae l’attenzione”: è questo che sappiamo dai social e dalla stampa. (Bufale.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr