Rapporto Svimez 2022: “Al Sud ritardi sul Pnrr e Pil più basso, maggiori rischi per le imprese”

Rapporto Svimez 2022: “Al Sud ritardi sul Pnrr e Pil più basso, maggiori rischi per le imprese”
Telemia SALUTE

Le imprese del Mezzogiorno, spiega la Svimez, sono più esposte delle altre nel resto del Paese allo shock Ucraina e agli aumenti dei costi dell’energia.

I costi dei trasporti nel Sud sono oltre il doppio che nel resto del Paese: nel complesso, il sistema economico meridionale è più fragile.

Pil in affanno e allarme Pnrr nel Mezzogiorno.

La Svimez calcola che nel Sud gli enti locali impiegano in media 450 giorni in più per realizzare le infrastrutture del Pnrr rispetto al Centro Nord. (Telemia)

La notizia riportata su altri media

Aumenta nel 2021 il divario tra Nord e Sud, con la pandemia, le conseguenze della guerra in Ucraina e i rischi di instabilità politica che vanno a sommarsi alle storiche fragilità strutturali del Meridione. (La Sicilia)

Gli investimenti crescono invece più al Sud che al Nord: quest’anno si prevede un +12,2% contro il +10,1% del resto del Paese Pil in affanno e allarme Pnrr nel Mezzogiorno. (la Repubblica)

Infatti noi per il 2023 e il 2024 prevediamo una riapertura del divario tra Nord e Sud. Per ciò che riguarda gli investimenti, crescono al Sud più che al Nord nel 2022: +12,2% contro il +10,1%. (Avvenire)

Carfagna: Pnrr a rischio al Sud

Il 79% degli alunni del Mezzogiorno non ha mensa a scuola, il 66% delle primarie senza palestra: i dati del rapporto Svimez 2022 Di. Nel Mezzogiorno circa 650mila alunni delle scuole primarie statali, il 79% del totale, non beneficiano di alcun servizio mensa, mentre nel Centro-Nord gli studenti senza mensa sono 700mila, il 46%. (Orizzonte Scuola)

Tuttavia gli investimenti nel 2022 crescono al Sud più che al Nord, in base alle analisi di Svimez: +12,2% contro il +10,1%. Nel 2021, infatti, il Pil del Sud è cresciuto del 5,9% (a fronte di una crescita nazionale del +6,6%). (Adnkronos)

Fra l’altro, alcuni giornali hanno riportato la notizia secondo la quale alcuni comuni della Sicilia, come Catania, si sono visti bocciare, per incompletezza di documentazione e di dati e dunque per incapacità di formulazione, dei progetti relativi alla costruzione di asili nido e di mense per implementare il tempo pieno nelle scuole La ministra per il Sud e la Coesione, Mara Carfagna, commentando le anticipazioni del rapporto Svimez, ha dichiarato: “Le anticipazioni del rapporto Svimez, confermano che il rischio di una mancata attuazione del Pnrr è altissimo soprattutto al Sud, dove alle conseguenze della crisi nazionale si aggiungono le difficoltà storiche degli enti locali. (Tecnica della Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr