I figli di Muccioli, fondatore di San Patrignano, querelano Netflix

I figli di Muccioli, fondatore di San Patrignano, querelano Netflix
TG La7 CULTURA E SPETTACOLO

Nella denuncia si citano anche le allusioni sulla presunta morte per Aids di Vincenzo Muccioli da ricondurre a una altrettanto presunta omosessualità.

I due hanno querelato per diffamazione aggravata la società Netflix che ha realizzato la celebre serie sulla figura del fondatore della Comunità.

La querela è stata presentata nei giorni scorsi ai carabinieri ed è appena approdata alla procura della Repubblica

Luci e tenebre a San Patrignano” offende la memoria del padre descritto come “violento ed omosessuale”. (TG La7)

La notizia riportata su altre testate

E così, come anticipa il Corriere di Romagna in edicola oggi, i figli Andrea e Giacomo hanno deciso di querelare per diffamazione aggravata la società Netflix che ha realizzato la celebre docu-serie sulla figura del padre Dopo recensioni contrastanti, alla fine, mettendo sulla bilancia le luci e le ombre, i figli di Vincenzo Muccioli hanno deciso che il documentario “SanPa. (Livingcesenatico)

Lo riporta il Corriere Romagna. Luci e tenebre a San Patrignano", è la docuserie di Netflix che riporta anche lunghi stralci di un'intervista ad Andrea Muccioli ma che, secondo i figli, avrebbe offeso la memoria del padre Vincenzo. (L'Unione Sarda.it)

(mi-lorenteggio.com) Rho, 8 aprile 2021 – Il Centro di Solidarietà di Rho, i Padri Oblati Missionari e le Parrocchie della Città di Rho propongono la mostra “I Volti della Misericordia”, curata da Padre Antonio Sangalli e allestita presso il Santuario dell’Addolorata di Rho dal 17 aprile al 9 maggio 2020 (MI-LORENTEGGIO.COM.)

San Patrignano, i figli di Muccioli querelano Netflix: "Ricostruzione distorta"

Andrea e Giacomo Muccioli, figli di Vincenzo, fondatore della comunità di San Patrignano, annunciano tramite i loro legali di aver querelato per diffamazione il colosso dei media Netflix e la casa di produzione 42. (LaPresse)

4 grandi temi danteschi che hanno moltissimo da dirci e da proporci, per aiutarci a riprendere il cammino della trasformazione. Avremmo voluto organizzare le conferenza nella nostra Villa Burba, ma a causa del covid iniziamo con dirette online per poi ritornare nelle sale appena la situazione lo permetterà – spiega l’assessora alla Cultura, Valentina Giro -. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

La querela è stata presentata nei giorni scorsi ai carabinieri ed è appena approdata alla procura della Repubblica Nella denuncia si citano anche le allusioni sulla presunta morte per Aids di Vincenzo Muccioli da ricondurre a una altrettanto presunta omosessualità. (TG La7)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr