Francia, responsabile centro rifugiati accoltellato a morte

Francia, responsabile centro rifugiati accoltellato a morte
Tiscali.it ESTERI

La vittima, Isard Cos, 46 anni, padre di famiglia, era direttore del Centro di accoglienza per richiedenti asilo (Cada) di zona.

L'aggressore, un sudanese di 38 anni, è stato fermato senza incidenti

E' morto poco dopo l'aggressione.

- PARIGI, 19 FEB - Un responsabile del centro di accoglienza per rifugiati di Pau, nel sud-ovest della Francia, è stato ucciso a colpi di coltello da un sudanese: è quanto riferito dal comune citato dalla stampa francese. (Tiscali.it)

Ne parlano anche altri media

Il responsabile del centro rifugiati è stato accoltellato ieri a fine mattinata da un richiedente asilo sudanese, che gli ha inferto diversi colpi, precisano fonti del comune e della polizia francese. Poi si è rivoltato contro il capo del servizio, questa è violenza estrema e assurda”, ha aggiunto Bayrou (Imola Oggi)

Un responsabile del centro di accoglienza dei rifugiati di Pau "Centre d'accueil pour demandeurs d'asile (Cada) di cours Léon-Bérard", nel sud-ovest della Francia, è stato ucciso a colpi di coltello da un sudanese: è quanto riferito dal comune citato dalla stampa francese. (laRegione)

La vittima, Isard Cos, 46 anni, padre di famiglia, era il capo del Servizio Asilo del Centro di accoglienza per richiedenti asilo (Cada) di zona. L'aggressore, un sudanese di 38 anni che non risiedeva nel centro ma vi aveva trascorso dei periodi in passato, è stato fermato rapidamente senza incidenti (laRegione)

Il direttore di un centro rifugiati ucciso da un richiedente asilo

LadelL’uomo, . MauriceGarran : RT @ANSA_med: Francia: responsabile centro rifugiati accoltellato a morte. (Zazoom Blog)

L'uomo aveva 46 anni ed è morto poco dopo l'aggressione. (Today.it)

«Si è presentato nei locali del Centro d'accoglienza - ha ricostruito la procuratrice della Repubblica, Cécile Gensac - per incontrare il direttore del settore asilo». Un richiedente asilo che aveva chiesto appuntamento è stato fatto entrare nell'ufficio del direttore. (laRegione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr