Nobel per la Pace a Maria Ressa e Dmitry Muratov

Nobel per la Pace a Maria Ressa e Dmitry Muratov
Magazine Pragma ESTERI

La motivazione: “Per i loro sforzi di salvaguardare la libertà di espressione che è precondizione per la democrazia e una pace duratura.”. Nobel per la Pace a Maria Ressa e Dmitry Muratov. Erano ben 329 i candidati al Nobel quest’anno.

oto Vota Articolo. Nobel per la pace a due giornalisti, la filippina Maria Ressa ed il russo Dmitry Muratov.

Il Comitato dell’Accademia di Oslo ha deciso di assegnare il Nobel a due giornalisti: Dmitry Muratov e Maria Ressa. (Magazine Pragma)

La notizia riportata su altri giornali

La libertà di espressione contribuisce alla costruzione di società di pace: è il messaggio che emerge dalla scelta di assegnare a due reporter il Premio Nobel per la Pace 2021. Muratov è il terzo russo a ricevere il Nobel per la Pace dopo Andrey Sakharov e Mikhail Gorbaciov. (Vatican News)

Anche Dmitry Andreyevich Muratov, tra le penne più influenti di Novaya Gazeta, è noto per avere in più occasioni criticato il presidente russo Vladimir Putin per le numerose inchieste sui casi di corruzione nel Paese (Repubblica TV)

Rivediamo l'intervista Condividi. I video più visti di Rainews.it aria Ressa, l'intervista del 2019 alla neo premio Nobel per la Pace Due anni fa Andrea Gerli ha intervistato Maria Ressa, premio nobel per la pace, al festival internazionale del giornalismo di Perugia. (Rai News)

Un Nobel all’anti Putin. E lo zar si complimenta

A qualcuno tuttavia il premio a Muratov ha fatto storcere il naso. Lo scorso otto ottobre, è stato consegnato il Nobel per la pace a due giornalisti anti-autoritarismo: Dmitrij Muratov e Maria Ressa. (ticinolive)

Il Comitato per il Nobel ha riconosciuto la «coraggiosa lotta per la libertà di espressione nelle Filippine e in Russia» dei giornalisti premiati. (Ansa)

Nonostante questo, il governo russo ha elogiato "la professionalità e i meriti" di Muratov, segnalando quanto il premio "dia molta visibilità al suo lavoro e onori la Russia intera". Che cosa accadrà da qui al 10 dicembre, quando il premio sarà consegnato nella cerimonia di Oslo che tornerà in presenza, lo vedremo (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr