MOBILITÀ. AREA C COMPIE 10 ANNI: L’ANALISI DELL’ANDAMENTO DEL PROVVEDIMENTO NEI DATI DI AMAT

MOBILITÀ. AREA C COMPIE 10 ANNI: L’ANALISI DELL’ANDAMENTO DEL PROVVEDIMENTO NEI DATI DI AMAT
MI-LORENTEGGIO.COM. SALUTE

Possiamo inoltre dire che la sua introduzione ha concorso ad abbassare notevolmente l’inquinamento generato dalle auto che vi sono transitate nel corso degli anni.

Il dato del 2020 (-46,8%) risente ovviamente degli effetti sugli spostamenti causati dall’epidemia da Covid 2019.

I dati riportati sono ricavati dal sistema di varchi elettronici che controlla tutti i transiti veicolari in ingresso all’area. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Se ne è parlato anche su altre testate

L'analisi del matematico indica inoltre che "40 province sono in crescita frenata. mentre per altre 13 province la crescita è lineare. (AltaRimini)

Tra queste ultime, 4 sono al confine con Austria e Slovenia, e questo suggerisce, alla luce dell’espansione epidemica partita dal nord est alcuni mesi da, di effettuare adeguati controlli alle frontiere”. (RagusaOggi)

L'INFETTIVOLOGO Zitromax, Bassetti: «Abbiamo fatto un disastro, attenzione con. Tra queste ultime, 4 sono al confine con Austria e Slovenia, e questo suggerisce, alla luce dell'espansione epidemica partita dal nord est alcuni mesi da, di effettuare adeguati controlli alle frontiere». (quotidianodipuglia.it)

Covid, ecco le province italiane che hanno raggiunto il picco. Il matematico Sebastiani (Cnr): “Sono…

L’analisi del matematico indica inoltre che “40 province sono in crescita frenata. Tra queste ultime, 4 sono al confine con Austria e Slovenia, e questo suggerisce, alla luce dell’espansione epidemica partita dal nord est alcuni mesi da, di effettuare adeguati controlli alle frontiere”. (l'Immediato)

Quest'ultima regione è già stata coinvolta con 4 province nella suddetta crescita esponenziale con tempi di raddoppio piccoli” In Molise, ad esempio, si sta assistendo a una crescita lineare e il picco non è stato ancora raggiunto. (isnews)

In altre 19 province c’è infine “un brusco e grande aumento dell’incidenza e sono principalmente coinvolte 3 regioni: Liguria, Marche e Puglia. Le province che hanno raggiunto il picco si trovano soprattutto in Toscana e Umbria, “che anche a livello regionale mostrano di aver da poco superato il picco”, assieme a Lombardia e Abruzzo, che sono attualmente al picco. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr