Anziani «reclusi» nelle Rsa, anche se vaccinati. Pure i preti tenuti fuori

Anziani «reclusi» nelle Rsa, anche se vaccinati. Pure i preti tenuti fuori
Avvenire INTERNO

L’esperienza di Sant’Egidio - case alloggio, case famiglia, badanti, assistenza domiciliare, monitoraggio di vicinato - dice che è una rivoluzione possibile.

L’allarme è della Comunità di Sant’Egidio, sulla base di un’indagine in 237 tra Rsa e case di riposo in 11 città e 10 regioni, con dati raccolti dai volontari.

Chi non può usare il giardino della Rsa: «È grande ma è ricoperto di erba alta»

Sono i due terzi degli anziani nelle Rsa e nelle case di riposo, per i quali non è consentito alcun contatto con familiari e volontari. (Avvenire)

La notizia riportata su altri media

All'iniziativa del Difensore civico della Regione hanno risposto 430 residenze per anziani su 620 interpellate. "E' risultata evidente la prassi di usare strumenti di contenzione meccanica sui pazienti nelle Rsa, fatto che appare in contrasto con la legge. (La Repubblica)

Nonno Angelo, 90 anni, è sdraiato sul letto, inchiodato da una fascia chiusa con una serratura che si apre soltanto con la chiave. Non può alzarsi, non può gestire da solo la chiusura, per qualunque esigenza deve aspettare che qualcuno arrivi a liberarlo. (La Stampa)

In sostanza vengono immobilizzati anziani colpiti da gravi demenze, imponendo loro afflizioni corporali comminate a giudizio degli operatori e sottratte a qualunque garanzia» «Non ne faccio, però, una questione politica, bensì istituzionale: lo stesso silenzio era condiviso dalla vecchia giunta». (Corriere della Sera)

Johnson&Johnson, vaccinazioni in due Rsa di Aprilia e Terracina

Le lenzuola intrecciate e legate tra loro per tener bloccati i malati a letto sono roba da pre-legge Basaglia. Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. (La Stampa)

Chi lega i pazienti al letto commette un reato e basta“, conclude la nota del Tavolo Interassociativo del settore assistenziale socio-sanitario costituito da AGeSPI Piemonte, API Sanità, Confapi Sanità, Confindustria Piemonte Sanità, Federsolidarietà Confcooperative Piemonte, Legacoopsociali Piemonte, AGCI Solidarietà, ANSDIPP “Le associazioni che compongono il Tavolo sottolineano poi che le quasi 800 strutture accreditate della nostra regione sono soggette a continui controlli di commissioni di vigilanza, Nas e altre istituzioni. (Radio Gold)

29 Aprile 2021. di Rita Cammarone. (Lettura 2 minuti). . . . Si allarga l'offerta vaccinale anti-Covid gestita dalla Asl in provincia di Latina. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr