Covid, Burioni: "No-vax come evasori curati con le nostre tasse"

Covid, Burioni: No-vax come evasori curati con le nostre tasse
Adnkronos ECONOMIA

"Ma va bene così - chiosa Burioni - non lamentiamoci!

Come gli evasori che vengono curati al pronto soccorso perché noi paghiamo le tasse".

"Quello che mi secca (ma mi fa pure piacere in fondo) è che i no-vax saranno protetti grazie alle nostre vaccinazioni.

E' il tweet del virologo Roberto Burioni, docente dell'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, che condivide quanto emerso da uno studio sulla protezione dei non vaccinati pubblicato sulla rivista 'Nature Medicine'. (Adnkronos)

Su altri media

Pur non essendo d’accordo con il deputato leghista, il virologo Roberto Burioni condivide le perplessità riguardo come è stato gestito il vaccino anglo-svedese Poi si è lasciato andare ad un paragone: “Come gli evasori che vengono curati al pronto soccorso perché noi paghiamo le tasse. (Il Sussidiario.net)

"Non sono d'accordo con Claudio Borghi (come al solito) - replica Burioni - ma devo ammettere che nel caso AstraZeneca è stato fatto di tutto per minare la fiducia nei vaccini Come gli evasori che vengono curati al pronto soccorso perché noi paghiamo le tasse". (IL GIORNO)

Covid, Roberto Burioni “contro” la Fiat: cosa ha detto. Il primo tweet contro i No Vax, Burioni lo ha pubblicato intorno alle 10, con uno screenshot di un post della Stampa relativo a un articolo circa un 83enne, ex ingegnere Fiat, ormai in pensione. (Virgilio Notizie)

Camilla morta dopo il vaccino, gli esperti insistono: no AstraZeneca ai giovani

Commentando in un altro tweet un post del presidente americano Joe Biden - “I vaccini Covid-19 sono gratuiti È compito della politica ripristinare questa necessaria coincidenza con adeguati provvedimenti”, esorta il docente dell’università Vita-Salute San Raffaele di Milano (L'HuffPost)

Così il virologo Roberto Burioni su Twitter, in merito al dibattito sullo 'scudo' anti-Covid dell'azienda anglosvedese. Burioni posta l'articolo con cui su 'MedicalFacts', il portale da lui fondato, a inizio aprile aveva annunciato: "Momentaneamente non parlerò più del vaccino AstraZeneca". (Adnkronos)

"Si pone ora il problema del richiamo per i ragazzi che hanno ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca. Ad aprile, sempre a Genova, era morta una insegnante di 32 anni, dopo un'emorragia cerebrale. (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr