«Dalla Cgil un'uscita fuori luogo che rischia di far saltare un importante accordo aziendale»

La Voce Apuana SALUTE

In questa sede la Fp Cgil, ha chiesto ai lavoratori intervenuti di votare una bozza che non era all’ordine del giorno.

“Insomma – chiudono da Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel Ambiente – di cosa sta parlando la Fp Cgil?

E’ forse sua volontà far saltare un accordo aziendale che porta un riconoscimento economico ai lavoratori?

Nel momento in cui sarà pronta la bozza definitiva la sottoporremo a tutti i lavoratori dove verrà illustrata agli stessi da tutti i rappresentanti di tutte le sigle sindacali aventi diritto alla firma”

Una votazione nella quale, proprio perché non all’ordine del giorno, non vi erano presenti numerosi sindacalisti e numerosi lavoratori dell’Igiene Urbana. (La Voce Apuana)

Se ne è parlato anche su altri media

Abbiamo dati positivi sulla ripresa, che però sta avvenendo a scapito delle normative di tutela e sicurezza sul lavoro Reggio Emilia potrebbe diventare un laboratorio dell’occupazione di qualità, non solo di quantità». (La Gazzetta di Reggio)

Cgil e Usb: "Deve essere una fondazione pubblica a gestire lo sport natatorio e non solo". Secondo Cgil e Usb la soluzione migliore sarebbe quella di una gestione dello sport natatorio e non solo da parte di una fondazione pubblica, sotto l'egida dell'amministrazione comunale. (LivornoToday)

«È in gioco – concludono Giacaz, Treu e Olivo – la sanità dei prossimi anni, la qualità dei servizi sociali, l’integrazione sociosanitaria, il futuro della medicina di prossimità. «Sono mesi – scrivono Giacaz, Treu e Olivo – che denunciamo la gravissima situazione delle liste di attesa e che riscontriamo, attraverso specifici monitoraggi, il mancato rispetto dei tempi previsti dai protocolli. (Telefriuli)

Con questa sentenza - aggiunge Bottiglieri - si stabilisce, una volta di più, che fare attività sindacale, difendere i diritti e le tutele di lavoratori e lavoratrici, non può e non deve essere motivo per un licenziamento per giusta causa. (Ottopagine)

Una intesa sancita tramite la firma di un protocollo siglato con reciproca soddisfazione tra CGIL, CISL, UIL e il vicepresidente e assessore alle attività produttive Mirco Carloni. (fanoinforma)

Lo dice chiaramente Cgil, rispondendo a quanto diffuso dai S.i.Cobas: «Infatti, proprio secondo quell’accordo tutti i 460 lavoratori dell’appalto Evologica in forza al 31 dicembre, alla data del 1° gennaio 2022 passeranno alle dipendenze di Italpizza. (La Gazzetta di Modena)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr