Autotrasportatori, tamponi problema concreto - TGR Friuli Venezia Giulia

TGR – Rai INTERNO

Orari variabili, turni non regolari, impossibilità di raggiungere le farmacie dove si fanno tamponi col camion, soprattutto se ubicate in centri storici.

Dal 15 ottobre i problemi per gli autisti non vaccinati del settore autotrasporti saranno tanti, e molto terra terra.

Non solo: come faranno i datori di lavoro a controllare un green pass di un dipendente che parte col camion alle 3 del mattino?

Nel servizio parlano Massimo Masotti - Trasporti e Logistica, Confindustria Udine e Giulio Zilio, ​segretario regionale Federazione Autotrasportatori Italiani

Autotrasportatori, tamponi problema concreto. (TGR – Rai)

Su altre fonti

Non dimenticate di seguire Assotrasporti sul sito web dell’associazione assotrasporti.org, sui social, Facebook e Twitter, e sulle riviste TN TrasportoNotizie e GM GenteinMovimento Green pass, Assotrasporti a Draghi: “Entrata in vigore obbligatorietà tessera verde sia posticipata”. (PPN - Prima Pagina News)

A sostenerlo è Confartigianato Trasporti cesenate, che critica il provvedimento del Governo. Inaccettabile un regime che non rispetta la par condicio. (CesenaToday)

Nelle Marche operano circa 4.000 aziende con oltre 12.000 addetti e dal 10 al 20% non sono vaccinati; percentuale più alta quando si è in presenza di autisti provenienti dall’Est Europa dove c’è una maggiore prevenzione al vaccino o sono stati vaccinati con sputnik, vaccino non riconosciuto in UE" Mancano i conducenti, ma secondo Gilberto Gasparoni, segretario di Confartigianato Trasporti Marche, le imprese sono impegnate per garantire i servizi: "Esprimo preoccupazione per l’entrata in vigore del Green pass senza che siano state definite con chiarezza tutte le regole in particolare quelle per l’autotrasporto. (il Resto del Carlino)

È vergognoso che tutto ciò avvenga nell’imminenza dell’entrata in vigore dell’obbligo di green pass anche nei luoghi di lavoro privato, contribuendo così ad aumentare incertezze, preoccupazione e difficoltà tra imprese ed operatori. (Giornale Nord Est)

L’allerta però rimane alta in particolare per l’autotrasporto, settore tra i più delicati per il nostro Paese, contando che oltre l’80% delle merci viaggia su gomma. La situazione dunque potrebbe peggiorare in vista di lunedì, quando tir e camion torneranno sulle strade italiane. (LaPresse)

Il provvedimento, secondo la Federazione, non tiene in alcun conto il ruolo chiave che il trasporto e la logistica rivestono per l’economia, né le criticità che già affliggono il comparto. (Horeca News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr