Roaming in Ue, telefonate e internet cosa cambia con le nuove regole: tutto quello che c'è da sapere

Money.it ECONOMIA

Il nuovo provvedimento sul roaming in Ue prevede che i consumatori possano avere una qualità uguale di navigazione, con internet mobile, a quella che dispongono nel paese di origine

Ma anche una migliore informazione sui tipi di servizi che possono comportare costi supplementari, come le chiamate a numeri di assistenza clienti, helpdesk o compagnie di assicurazione.

Arriva il nuovo regolamento europeo in vigore dall’1 luglio 2022, che proroga fino al 2032 il roaming a tariffa nazionale, con alcuni miglioramenti rispetto a quanto previsto finora. (Money.it)

La notizia riportata su altri giornali

Gli operatori dovranno fornire gli strumenti per evitare che i cellulari degli utenti si connettano automaticamente a reti non terrestri durante i viaggi. Con l’abolizione delle tariffe di roaming per i viaggiatori europei è stato misurato un incredibile vantaggio da parte degli utenti. (La Legge per Tutti)

Al netto di eventuali pacchetti più generosi offerti dai singoli operatori, la diminuzione del costo di un gigabyte all’ingrosso da 2,5 a 2 euro comporterà un automatico aumento del monte GB fruibile quando siamo oltre confine senza sborsare un euro in più (se non, appunto, quando sforiamo quei tetti). (la Repubblica)

Il roaming ha messo fine a tutto ciò, portando anche a molta più trasparenza per gli utenti. E il roaming che è stato prolungato fino al 2032 include anche la connettività 5G. (Libero Tecnologia)

Gli operatori dovranno informare i clienti affinché possano evitare costi supplementari. Per una garanzia in più, i servizi di roaming saranno interrotti automaticamente quando il consumatore raggiungerà un costo totale di 50 euro, o altro limite predefinito (MeteoWeb)

Margrethe Vestager, la Vicepresidente della Commissione Europea, si è espressa sull’argomento con una dichiarazione importante sulla faccenda: “Con il nostro regolamento sul roaming abbiamo tutti beneficiato del roaming a tariffa nazionale. (Computer Magazine)

Si tratta del regime grazie al quale i viaggiatori nell’UE e nel SEE possono effettuare chiamate, inviare messaggi e navigare in internet all’estero senza costi aggiuntivi rispetto al loro piano nazionale. (macitynet.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr